Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

 :: ARTI :: Spettacolo :: Sanremo :: Sanremo 2013 :: CANTANTI

Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da Kaiser il Mer 02 Gen 2013, 16:47

MALIKA AYANE A SANREMO 2013: «VI RACCONTO COME SONO NATE LE DUE CANZONI CHE PORTO ALL’ARISTON»

Malika Ayane, per la terza volta eccoti a Sanremo: ti sentivi in credito dopo che la tua esclusione dai primi tre posti nel 2010 aveva provocato così tanti dissensi?
«Decisamente no. Quando è successa quella cosa con l’orchestra mi sono stupita invece. In quel momento ho avuto così tanti consensi, da tutte le parti, che non ho sentito mai mancarmi il sostegno. E il disco “Grovigli” è stato il più longevo nelle vendite di tutto il 2010. Poi, Sanremo non è una gara a vincere o perdere: non è che se non vinci non esisti più. È come l’amore e il fidanzamento: ci si può fidanzare solo con uno, ma non è che le altre o gli altri non valgano altrettanto. Disprezzo chi tratta il festival con mente imprenditoriale, chi fa calcoli sulle quotazioni, in vista dei cachet dell’estate per esempio. Piuttosto è come partecipare con un tuo film a Cannes o Venezia: il solo fatto di esserci ti fa diventare un artista più importante. Allo stesso modo, Sanremo è una vetrina così prestigiosa, così importante che le va tributato un rispetto quasi religioso. Vincere è una gran cosa, ma lo è anche esibirsi su quel palco, con un pubblico così immenso e appassionato. Sì, ti può anche annientare. Per questo prima serve un allenamento a livello olimpionico. Tutti dobbiamo cercare di dare la nostra prestazione migliore».

Ti ha sorpreso la selezione? Ci sono altri artisti amici che ritroverai all’Ariston?
«No, non mi ha sorpreso essendo il Festival di Fabio Fazio. Questa lista è molto fresca, convincente e autorevole. Mi fa piacere che ci siano i Marta sui Tubi, con i quali ci siamo trovati a registrare, provare e suonare fianco a fianco, molte volte. E mi piace molto Max Gazzè che è sempre molto autentico, mai forzato».

Tra la presentazione dei brani e la selezione finale sei stata in ansia?
«Come al mio solito ho adottatto la strategia della diversione, dimenticando il tutto e buttandomi a capofitto in un’altra cosa. L’anno scorso ho esorcizzato la tensione dicendomi “mi sposo e ho il matrimonio da organizzare”. Questa volta, inviate le due canzoni, non ci ho pensato più ripetendomi “ho il tour da curare”. Fino a quando Fazio ha annunciato i nomi».

Fazio lo conoscevi, sei già stata ospite al suo programma?
«Un paio di anni fa, ho partecipato al suo Speciale per i Mondiali di Calcio. Ricordo che ho cantato anche standard storici, come “The lion sleeps tonight”».

Quando vi siete messi a lavorare tu e Giuliano Sangiorgi?
«A settembre più o meno, quando avevo finalmente la testa libera. Non abbiamo pensato a confezionare due canzoni più forti di tutte, anche perché se fai così di solito vengono fuori pezzi brutti. Invece ho chiesto a Giuliano soltanto di non usare niente di già scritto, ma di comporre qualcosa di veramente esclusivo, solo per me. Già da tempo, ma specialmente in questo momento, sono concentrata, quasi ossessionata, sul raccontare i sentimenti in prima persona. “Niente” parla proprio di questo, quando si è legati, anche in modo molto forte, a qualcuno ma si è già capito, e deciso, che non si potrà andare avanti e che bisogna tagliare. All’inizio, Giuliano mi ha mandato un’incisione per piano e voce. E mi ha avvertito: “Stai attenta, ti farà piangere”. Io l’ho ascoltata, l’ho rifatta con chitarra e voce e gliel’ho rimandata. Dopo che lui l’ha risentita, mi ha risposto: “Adesso sei tu che hai fatto piangere me”. Il brano è molto intenso, si sviluppa lentamente, c’è un crescendo con gli strumenti che si aggiungono progressivamente. In originale è molto lunga, più di 5’ e questa è la versione che in seguito pubblicheremo integralmente. Per Sanremo l’abbiamo tagliata e condensata fino ai 3’45” richiesti. È stata l’unica modifica, per il resto è una canzone che respira come vuole, l’ho arrangiata e prodotta con il mio gruppo con un andamento piuttosto sinfonico, senza nessuna delle semplificazioni che si possono adottare per il passaggio in radio per esempio. Non ha un’atmosfera idilliaca, ma c’è una poesia che si tiene con coerenza, secondo me».

L’altro pezzo, «E se poi»?
«Tutta un’altra storia. Completamente diverso. Parte immediatamente con un ritmo molto sostenuto, come un treno che ti arriva in faccia. C’è un gioco di ispirazioni, un basso come in “Coffee and Tv” dei Blur con sovrapposta una batteria eterea, cristallina, insistita, ma senza ostinazione. Un ritmo a 110 BPM che ti dà la sensazione di una camminata che ti dà energia, una malinconia che ti carica. I testi che Giuliano ha scritto per come mi sente, come mi conosce, li indosso come uno degli abiti su misura che stiamo cominciando a immaginare e cucire per il palco dell’Ariston. Grande sartoria italiana, sempre molto giovane e ricca di contraddizioni anche quando è piena di esperienza e savoir faire».

Alcuni passaggi di «Come le foglie» erano vocalmente impervi, non per tutti: le due canzoni di Sanremo sono facili o difficili da cantare?
(Malika scoppia ridere) «No. Per me anche “Come le foglie” è facile. Come dico, sono canzoni che Giuliano ha creato per le mie corde vocali. Non solo fisicamente sono molto piacevoli da cantare, ma non vedo l’ora di eseguirle con il pubblico. Non vedo l’ora. E, se posso aggiungere, mi fa molto piacere che ci siano così tante aspettative su due artisti tutto sommato così giovani come me e Giuliano. Credete, ce la metteremo tutta».

FONTE
Kaiser
Kaiser

Messaggi : 11889
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 65

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da Alux il Mar 22 Gen 2013, 15:27

Dalla pagina facebook ufficiale di X Factor:
X Factor Italia
Sorprese in arrivo per tutti i fan della nostra Chiara Galiazzo: da domani seguiremo la vincitrice di X Factor 2012 nel suo percorso verso Sanremo! Ogni mercoledì pubblicheremo su http://xfactor.sky.it/ una clip in cui Chiara ci racconta le sue intense giornate di preparazione al Festival. Un regalo speciale che, siamo sicuri, renderà felici tutti gli appassionati del nostro show! Non mancate! ;)


(non sapevo dove mettere la notizia. va bene qui? dubbio )
Alux
Alux

Messaggi : 11510
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 40

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da Kaiser il Mar 22 Gen 2013, 16:24

@Alux ha scritto:Dalla pagina facebook ufficiale di X Factor:
X Factor Italia
Sorprese in arrivo per tutti i fan della nostra Chiara Galiazzo: da domani seguiremo la vincitrice di X Factor 2012 nel suo percorso verso Sanremo! Ogni mercoledì pubblicheremo su http://xfactor.sky.it/ una clip in cui Chiara ci racconta le sue intense giornate di preparazione al Festival. Un regalo speciale che, siamo sicuri, renderà felici tutti gli appassionati del nostro show! Non mancate! ;)


(non sapevo dove mettere la notizia. va bene qui? dubbio )
sisi

Volendo si può anche aprire un topic su singoli cantanti di particolare interesse per questo Sanremo sorriso
Kaiser
Kaiser

Messaggi : 11889
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 65

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da camila il Ven 01 Feb 2013, 09:31

Annalisa nel vortice dell'amore verso Sanremo
La cantante presenta il cd "Non so ballare" è pronta per il Festival ma con la paura delle scale

09:20 - Occhi vispi e sicura come non mai. Annalisa è pronta per presentare a Sanremo "Scintille" e "Non so ballare". "Finalmente canterò tutti i miei limiti e mi mostrerò come non ho mai fatto", dice a Tgcom24. "Ho letto qualche critica alle mie canzoni, qualcuno mi ha messo 3 e non l'ho capito il perché", spiega. Felice e innamorata come non mai la cantante rivela: "Ho messo amore sia nella musica che in quello che cantavo".
"Non so ballare" contiene undici brani in cui Annalisa svela finalmente aspetti inediti della sua musica. Sempre raffinata e mai scontata, la cantante con più forza e convinzione propone brani che spaziano dalle atmosfere jazz anni 40 ("Io tu e noi") ad quelle malinconiche di violoncello e pianoforte ("La prima volta"). Se "Scintille", uno dei due brani di Sanremo, è un tripudio di suoni e musica ("penso sia la canzone più bella che mi abbia scritto il mio autore Dario Faini"), "Tutta l'altra gente" è minimal con l'accompagnamento della chitarra classica. Uno dei migliori brani del disco è "Alice in Blu" dal sapore quasi folk. Insomma questo è l'album più completo e maturo della cantante.

Soddisfatta del risultato?
Moltissimo anche perché rappresenta veramente il mio percorso artistico. Per tre anni sono stata una fan del metal ma piano piano ho scoperto la forza del jazz, che secondo me è alla base della musica come il classico lo è per la danza. Ho imparato tantissimo ed è una scuola pazzesca.

I tuoi autori si sono scatenati per questo album, con chi hai avuto più feeling?
Mi sono portata dietro i miei "soliti" autori ma Ermal Meta della band rock La fame di Camilla è stata una vera e propria scoperta. Lui firma il secondo brano sanremese 'Non so ballare', che tra l'altro è il titolo del disco. Questa canzone mi rappresenta totalmente.

Perché?
Mette in luce i miei limiti che piano piano ho imparato ad accettare. Ci sono altre cose che so fare! E tutto di sicuro ho tante cose dentro da dimostrare e da dare.

Sai anche amare?
Sono innamorata lo ammetto ed è proprio con amore che mi sono lanciata in questo progetto, sono soddisfatta. Ho creduto molto in questo disco e anche tutti gli altri autori penso che abbiano dato il massimo delle loro potenzialità. Finalmente sento questo album totalmente mio.

"Spara amore mio" tratta di un tema importante e c'è anche la voce delle emergenze 911 americano, come mai?
Questa canzone tocca una tematica delicatissima come il tema delle violenze sulle donne. Quante volte nell'immaginario collettivo si è vista l'immagine del tradimento con lei che prende il fucile per sparare al compagno. E' una immagine ricorrente anche al cinema. Ma i casi di cronaca ci raccontano come invece accada spesso il contrario: è lui che qui spara lei.

Hai letto le critiche sui tuoi brani sanremesi? Cosa ne pensi?
Non si può piacere a tutti, ne sono consapevole. Però penso anche che bisogna avere delle fondamenta per criticare qualcuno. Ho letto che un giornalista ha messo 3 alle mie canzoni. Un numero è un numero mentre un giudizio è più articolato. Mi sembra eccessiva questa votazione ancor più perché non mi conosce artisticamente e non sa chi sono molto probabilmente.

Quale canzone canterai per la serata di Sanremo dedicata ai brani storici del Festival?
"Per Elisa". Ero terrorizzata all'idea ma devo dire che il risultato è molto buono. Sarò accompagnata sul palco ma naturalmente non posso dire chi.

Alessandra Amoroso? Ha portato molto bene ad Emma...
(Scoppia a ridere, ndr) No, non posso proprio dire niente.

Chi vincerà il Festival?
Punto su Elio e le Storie Tese oppure i Modà.

Non solo musica ma anche nuovo look per Annalisa che sarà vestita Bluemarine e ovviamente indosserà i tacchi. "Nel serale di Amici avevo il terrore degli scalini e di cadere, a Sanremo sarà lo stesso. Ma spero di entrare e uscire lateralmente".

http://www.tgcom24.mediaset.it/spettacolo/articoli/1079778/annalisa-nel-vortice-dellamore-verso-sanremo.shtml
camila
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da Delilah il Ven 01 Feb 2013, 09:44

Max Gazzé: “Care donne prendete voi il potere”

Il cantante a Sanremo
con “I tuoi maledettissimi impegni”
“Ci sarebbe meno narcisismo
e più organizzazione pratica”
marinella venegoni
milano

Nella squadra under 50 voluta da Fabio Fazio per Sanremo, Max Gazzé
risulta socio anziano con i suoi 46 anni sommersi dai riccioloni neri.
E’ la gioventù prolungata di un padre di tre figli, cantautore, un
fratello poeta che lavora con lui. Insieme scrivono canzoni lievi e
sofisticate come Il solito sesso che fu
l’ultima sua fatica festivaliera nel 2008. Nell’edizione del doppio
brano, che vorrebbe rilanciare un’attenzione all’ascolto proprio dove la
musica spesso è l’ultimo dei pensieri, molte donne sono già curiose di
quel titolo annunciato, I tuoi maledettissimi impegni, mentre Sotto casa si annuncia come uno ska di riflessioni sul rispetto delle idee altrui, con ambizioni alte.

Come vede lei, Gazzé, l’idea di proporre due brani al voto?
«La trovo divertentissima. Siamo tutti perplessi, non sappiamo quale
mandare in radio. Ma io ho sempre vissuto Sanremo in modo divertito e
rilassato, e ora c’è un fermento che valorizza le canzoni. Rivedendo su
You Tube Ma che freddo fa di Nada, che
canterò il venerdì, ho scoperto che in quegli anni ogni artista
interpretava 3-4 brani. Non lo sapevo, vivevo in Belgio».

Quale passerà, dei suoi?
«Sotto casa ha un’orecchiabilità
immediata, con il suo ska, però poi il testo ha bisogno di tempo. Nasce
da un fatto reale: lavoravo con mio fratello e hanno bussato due ragazzi
testimoni di Geova, ci hanno spiegato il loro credo. Abbiamo allora
riflettuto sulla chiusura del dialogo fra religioni e pensato che se
anche arrivasse ora Gesù nessuno lo riconoscerebbe. La religione, così
come si è adattata, è come se comprimesse la spiritualità; e quando
parlo di un abito da donna, alludo alle religioni che non accettano
l’omosessualità».

Al Festival parecchi brani cantano le religioni e l’inferno...
«Sarà perché si nota l’allontanamento delle persone dalla
spiritualità. Le religioni non rappresentano la sensibilità generale.
Chiusi nel dogma, non si riesce a vedere altro».

Le signore sono molto curiose dei Tuoi maledettissimi impegni.
«E’ il tentativo disperato di un uomo di stare accanto alla persona
amata: vorrebbe diventare un fermaglio tra i suoi capelli, mentre lei
non ha tempo. Credo che la capacità manageriale e di coordinamento delle
donne sia molto più alta. Se governassero loro, ci sarebbe meno
narcisismo e più pratica, l’uomo lo sa bene e si è fatto guardingo».

Come sarà l’album che uscirà durante Sanremo?
«Ho lavorato su esperimenti, cercando di mantenere testi particolari.
Per il suono ho utilizzato mixer dei ‘60 e compressori a valvole: ci
son canzoni che suonano come i dischi dei Led Zeppelin. E’ tutto
suonato, c’è pure l’Hammond».

Lei non ha l’aria di un padre di tre figli, sembra un ragazzo spensierato.
«Mi sono separato dopo 20 anni, e li devo anzi gestire. Due di loro
vivono sempre con me, uno sta più con la mamma. Per fortuna fra noi c’è
una bella sinergia, pur essendo separati continuiamo ad essere una
famiglia, ognuno ha la sua vita ma ci vogliamo bene. La piccola ha 7
anni, l’altra 12, l’adolescente confuso ne ha 14. Gestisco la
quotidianità, metto a posto, cucino, faccio la spesa; ho una persona che
mi aiuta due volte la settimana. Sono felicissimo così, non potrei
farne a meno. Durante il tour, se ne occuperà la mamma».

Ma in questo Sanremo pre-elettorale, la gente a casa avrà voglia di divertirsi?
«Penso che avremo tutti rispetto del momento importante, ma credo che
ci sarà un tentativo della politica di capitalizzare il periodo
sanremese. Il rischio è che il giorno dopo la finale nessuno ci fili più
perché ci sono le elezioni. Faccio un invito ai politici: divertitevi
pure voi, prendetevi una settimana di vacanza, sarebbe più pratico».

Fonte
Delilah
Delilah

Messaggi : 17979
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 108
Località : Milano

http://www.accauno.it/

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da Mariann@ il Dom 03 Feb 2013, 18:16

Da Cristicchi a Gazzè
i cantanti capitolini al Festival di Sanremo


Silvestri, Gazzè e Cristicchi. Tutti e tre i romani in gara tra i "Campioni" all'imminente festival di Sanremo, sono anche gli alfieri di quella "seconda generazione" di cantautori capitolini che a partire dagli anni Novanta ha segnato una svolta nella canzone d'autore
di PIETRO D'OTTAVIO

Daniele Silvestri, Max Gazzè e Simone Cristicchi. Tutti e tre i romani in gara tra i "Campioni" all'imminente festival di Sanremo, sono anche gli alfieri di quella "seconda generazione" di cantautori capitolini che a partire dagli anni Novanta ha segnato una svolta nella canzone d'autore. Attenzione alle parole, certamente, ma anche musica in primo piano con l'obiettivo attento a intercettare l'energia del rock, i suoni dell'elettronica, i ritmi globali.

Una vera e propria "nuova scuola romana" che negli anni si è consolidata sempre più e che a Sanremo è già andata in scena più volte con successo. Compresa una vittoria al festival del 2007, protagonista Simone Cristicchi con "Ti regalerò una rosa", brano dal respiro profondo e tocco leggero. "In effetti già quando ero ancora tra il pubblico e andavo a sentire Silvestri, Gazzè o Fabi che suonavano allo storico Locale di vicolo del Fico si percepiva che era necessario cambiare le carte in tavola", racconta proprio Cristicchi in una pausa delle prime prove in vista del festival.

E aggiunge: "Già allora sentivo che stava nascendo qualcosa di nuovo e che si poteva parlare di tematiche sociali con più musicalità e anche con una forte dose di ironia. Che è l'altra grande differenza con la generazione precedente, magari più vicina alla poesia". E Cristicchi, che a 36 anni è il più giovane della scuola dei "quarantenni", guarda comunque alla generazione capitolina immediatamente successiva con un duetto insieme a Mannarino, "Le sol le mar", inciso nel prossimo disco "Album di famiglia". Ma intanto sul palco di Sanremo Simone è pronto a far ascoltare "Mi manchi" (che al gusto surreale affianca un clima da canzone retrò) e i paradossi a ritmo swing di "La prima volta".

Mentre Daniele Silvestri, "capostipite" del rock d'autore capitolino, salirà sul palco dell'Ariston con "A bocca chiusa", ballad dal forte respiro romano che a un certo punto recita: "Fatece largo che... passa il corteo". Oltre a "Il bisogno", canzone in piena "modalità Silvestri". Che il festival ha lanciato nel '95 ("L'uomo con il megafono", anche se in realtà l'anno prima aveva vinto un Premio Tenco) e consacrato nel 2002 ("Salirò"). E dal trampolino sanremese era entrata nel vivo anche la carriera di Max Gazzè (prima volta nel '98 con "Una musica può fare"), che quest'anno propone l'accoppiata "Sotto casa" e "I tuoi maledettissimi impegni". In gara tra i "Campioni" anche Marco Mengoni, nato a Ronciglione in provincia di Viterbo: l'artista con il "fattore X" se la gioca sull'onda della canzone pop con "L'essenziale", forte di un colpo d'ala così: "E mentre il mondo cade a pezzi, io compongo nuovi spazi". Più "Bellissimo": melodia, ritmo e la grande firma di Gianna Nannini. E tra le fila di Sanremo Giovani, caso rarissimo, quest'anno non ci sono nuovi talenti della Capitale. Con l'unica parziale eccezione di Ilaria Porceddu, evidentemente sarda


http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/02/03/news/da_cristicchi_a_gazz_i_cantanti_capitolini_al_festival_di_sanremo-51823856/[code][url][/url]
Mariann@
Mariann@
mengonella
mengonella

Messaggi : 486
Data d'iscrizione : 14.05.10
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Chiara Galiazzo - intervistata da Dondoni

Messaggio Da Kaiser il Mer 06 Feb 2013, 09:33


Da X Factor a Sanremo sulle ali dei grandi autori
Chiara in gara con brani di Baustelle e Tiromancino “Il festival è nelle mie vene, sono una stressata felice”
LUCA DONDONI

Leggendo i crediti del primo album della carriera di Chiara Galiazzo fresca vincitrice di X Factor 6, Un posto nel mondo in vendita dal 14 febbraio, si rimane stupiti dalle autorevoli collaborazioni, «firme» da alta classifica. Francesco Bianconi dei Baustelle e Federico Zampaglione dei Tiro Mancino hanno scritto i due brani per la kermesse, rispettivamente Il futuro che sarà e L’esperienza dell’amore. Le altre dieci tracce sono state affidate a Neffa, Fiorella Mannoia (È stata la ciliegina sulla torta», racconta Chiara, per cui Fiorella ha riadattato in italiano il testo di Mil pasos, tango nuevo dell’artista franco-latina Soha), Ermal Meta dei La Fame di Camilla, Samuel dei Subsonica, Diego Mancino, Dente (Quello che non sa è forse il pezzo più intrigante del disco), Bungaro, Eros Ramazzotti per il singolo Due respiri già presentato ad X Facto r e ancora in rotazione su tutte le radio e infine Gaetano Cappa.

E’ stato emozionante lavorare con questi big?
«Sono una fan di tutti loro e con me sono stati simpatici, affabili e protettivi. Alcuni li ho incontrati di persona, altri solo sentiti al telefono. È tutta gente che normalmente ascoltavo da ragazza e ora mi prestano la loro arte che ho cercato di vestire nel migliore dei modi. Baustelle, Tiro Mancino, Dente sono tra i miei preferiti e i pezzi poesie meravigliose: adoro il modo in cui mi fanno riflettere sul tutto senza usare paroloni o perdersi in parole complicate».

Tiene sempre cari i complimenti che Mina le fece durante X Factor? Disse di lei cose meravigliose.
«Ho comprato otto copie della rivista dove “la più brava di tutte” disse quelle belle parole su di me e ogni tanto vado a rileggerle. Mi danno coraggio».

L’album è pieno di belle canzoni ma ce n’è una che le piace più delle altre?
«Arrendermi di Samuel dei Subsonica. E’ talmente mia che a volte mi autoconvinco di averla scritta. Il testo tocca concetti che ho sempre pensato. Mi ci ritrovo e mi appartiene come nessun’altra».

E’ già entrata nello spirito sanremese?
«Assolutamente sì. E poi ho già fatto due giorni di prove con l’orchestra. E’ stato magico. Come molti italiani, con la mia famiglia prima e più tardi con le amiche, ci si chiudeva in casa a guardare il Festival tifando per questo o quel cantante. Addirittura durante una finale fra lo stupore generale dissi: fra due anni sarò lì. Le mie coinquiline mi presero per i fondelli ma ora ce l’ho fatta e rido. Oddio, parliamoci chiaro, i miei amici e le amiche erano molto più allibite quando mi occupavo di finanza. Trovano molto più naturale che io canti. Quest’anno comunque ho visto tutto, anche in streaming. La scelta delle canzoni dell’Area Sanremo, i giovani su internet. Insomma Sanremo, ma non vorrei passare per ruffiana, è nelle mie vene».

Le piace anche la formula che prevede l’eliminazione di uno dei due brani?
«Quando ne elimineranno una non sarò felice, anzi forse mi metterò a piangere. E’ come se fra due figli ne dovessi eliminare uno, non è naturale. Tuttavia sono una persona che sta alle regole e se così deve essere così sarà, me ne farò una ragione».

C’è qualcuno, specialmente tra gli scommettitori, che parla di lei come una delle favorite per il podio.
«Non dite così, non mi piace passare per favorita. Credo porti una sfortuna pazzesca. Comunque anche durante le esibizioni avrò cucita da qualche parte la mia arachide portafortuna, il “bagigio”, e speriamo vada tutto bene».

Il venerdì del Sanremo Story canterà Almeno tu nell’universo»portata al successo da Mia Martini. Sola o avrà un ospite?
«Da sola e mi atterrò all’interpretazione della Martini, anche se sarà sempre inarrivabile. È un pezzo che hanno cantato in molti e devo ancora trovare la mia chiave. Di solito la trovo tre ore prima di cantarla sul palco...».

Insomma Chiara, qual è il suo posto nel mondo?
«Lo sto ancora cercando. Questo album è un gradino. In realtà credo che il mio posto sia sul palco. Sono aumentati gli stress ma sono una stressata felice». Fonte: la stampa.it
Kaiser
Kaiser

Messaggi : 11889
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 65

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da Alux il Mer 06 Feb 2013, 10:02

Carina Chiara amò
Dai nomi degli autori (Samuel su tutti cuoricino Ma anche Diego Mancino, Ermal, Dente, Neffa) lo stile dell'album potrebbe piacermi molto sisi Sono contenta che lei ne parli come di un album a cui è stata felice di lavorare e che non dica già che hanno avuto solo due mesi e quindi non ha potuto lavorarci come avrebbe voluto. E' sicuramente vero, però mi fa pensare che quel che ne è uscito fuori le piaccia; oppure è talmente contenta per Sanremo che vede tutto in chiave ottimistica (probabile risata ).
Alux
Alux

Messaggi : 11510
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 40

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da camila il Gio 07 Feb 2013, 09:01

Modà: “Sanremo?
Anche i famosi ci tornano”




“La nostra partecipazione sfata un mito. Poi arriverà il tour sul nuovo album. Saranno dei cine-concerti”
luca dondoni
milano

Il Privè dell’Armani Nobu ha accolto la presentazione del nuovo album dei Modà, Gioia, che ieri hanno anticipato le nuove composizioni insieme ai due pezzi che presenteranno al festival di Sanremo (Come l’acqua dentro il mare e la notevole Se si potesse non morire). Dodici inediti fra i quali si notano Non è mai abbastanza, Gioia, Dove è sempre sole e Dimmelo. «La nostra partecipazione al Festival - racconta il leader Francesco Silvestre - vuole dimostrare che non tutti quelli diventati famosi alle spalle di Sanremo poi non ci tornano più».

Ma parliamo di «Gioia».

«Ho scritto un disco che non deluderà i fans perché è in puro stile Modà e per venire incontro alla gente, che in molti casi soffre la crisi, ho voluto un prezzo abbordabile - 16,88 euro - e un regalo: il Dvd del concerto all’Arena di Verona del 16 settembre scorso».

«Se si potesse non morire» è il brano trainante della colonna sonora del prossimo film di Giacomo Campiotti «Bianca come il latte rossa come il sangue» che arriverà nelle sale il 4 aprile.

«Quando il regista è venuto a trovarmi a Milano è rimasto colpito dalla canzone che avevo già scritto senza vedere la pellicola o letto il libro di D’Avenia da cui è tratta. Alla fine dell’ascolto mi ha detto: “Sembra che tu abbia già visto il film. Questo pezzo è perfetto”. E infatti, quando sono andato a Roma a vederlo, sono rimasto di stucco. Gli attori, Luca Argentero, Filippo Scicchitano, Aurora Ruffino e Gaia Weiss sono bravissimi ma la storia, struggente, racconta di una ragazza sfortunata».

Lo scorso album «Viva i romantici» ha superato le 500 mila copie, il tour ha segnato sempre il tutto esaurito.

«É andata bene e senza far troppo rumore. Per il pezzo che chiude l’album e che ho dedicato alla mia compagna, A Laura, siamo andati a Sofia a registrare gli archi della Orchestra sinfonica Bulgara».

Il venerdì dovrete cantare un brano che ha fatto la storia della kermesse.

«Avevamo due possibilità: L’immensità di Don Backy e Io che non vivo (senza te) di Pino Donaggio. Abbiamo scelto quest’ultima: vogliamo sperimentarci su un brano con una forza pazzesca».

Ci parli del prossimo tour del quale già si dicono meraviglie.

«Saranno venti date con partenza il 9 aprile dal Palalottomatica di Roma. Cinque serate al Forum di Assago di Milano di cui due già sold out, quattro a Roma, due a Padova, due a Firenze, centomila biglietti già venduti e in queste ore si è aggiunta anche la data del 3 maggio al 105 Stadium di Genova. Chiuderemo a Palermo il 25 maggio, ma la vera novità sarà il cine-concerto».

Prego?

«Innanzitutto anche per il live il biglietto sarà “calmierato” a 27 euro più prevendita, ma dai 3 ai 10 anni entreranno gratis e dai 10 ai 12 pagheranno solo 10 euro. Il “cineconcerto” è una mia idea. A ogni canzone corrisponderà un video trasmesso su uno schermo gigante che racconterà la canzone. Saranno minifilm che stiamo girando. In più vogliamo stare vicini al pubblico e avremo due o tre passerelle che entreranno in mezzo alla gente. Sarà una bomba».

http://cultura.panorama.it/musica/moda-gioia-nuovo-album-sanremo-2013-intervista
camila
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da Tyn@67 il Gio 07 Feb 2013, 15:24

@camila ha scritto:
«Avevamo due possibilità: L’immensità di Don Backy e Io che non vivo (senza te) di Pino Donaggio. Abbiamo scelto quest’ultima: vogliamo sperimentarci su un brano con una forza pazzesca».

ma nooooo! i Modà, il gruppo di Arriverà mi scarta L'immensità ? spia
secondo me gliel'avevano proposta perchè 'fa pendant' scusa


Tyn@67
Tyn@67
mengonella
mengonella

Messaggi : 3204
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : Sicilia

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da Guenda il Gio 07 Feb 2013, 15:26

@Tyn@67 ha scritto:
@camila ha scritto:
«Avevamo due possibilità: L’immensità di Don Backy e Io che non vivo (senza te) di Pino Donaggio. Abbiamo scelto quest’ultima: vogliamo sperimentarci su un brano con una forza pazzesca».

ma nooooo! i Modà, il gruppo di Arriverà mi scarta L'immensità ? spia
secondo me gliel'avevano proposta perchè 'fa pendant' scusa



morta risata risata risata
Guenda
Guenda
mengonella
mengonella

Messaggi : 17943
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 39

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da camila il Gio 07 Feb 2013, 16:03

@Tyn@67 ha scritto:
@camila ha scritto:
«Avevamo due possibilità: L’immensità di Don Backy e Io che non vivo (senza te) di Pino Donaggio. Abbiamo scelto quest’ultima: vogliamo sperimentarci su un brano con una forza pazzesca».

ma nooooo! i Modà, il gruppo di Arriverà mi scarta L'immensità ? spia
secondo me gliel'avevano proposta perchè 'fa pendant' scusa




risata risata risata

camila
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da Ospite il Gio 07 Feb 2013, 18:30

Già l'hanno masscrata Io che non vivo...avranno per decenza preferito non deturpare anche L'Immensità

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

[Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste Empty Re: [Sanremo2013] Cantanti: Articoli e Interviste

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 :: ARTI :: Spettacolo :: Sanremo :: Sanremo 2013 :: CANTANTI

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.