Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

1000 sports fuori di forum

 :: Notizie :: Sport

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Gio 06 Gen 2011, 17:32

spia pensi che la voglia spolpare come fece con la Manaudou? già il fatto che non gli dispiace pensare di fare dai 100 agli 800......

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Gio 06 Gen 2011, 17:37

anna ha scritto: 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 948749 pensi che la voglia spolpare come fece con la Manaudou? già il fatto che non gli dispiace pensare di fare dai 100 agli 800......
penso più che altro non faccia mai bene continuare a cambiare allenatore in questo modo 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 925403

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Gio 06 Gen 2011, 17:41

ubik ha scritto:
anna ha scritto: 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 948749 pensi che la voglia spolpare come fece con la Manaudou? già il fatto che non gli dispiace pensare di fare dai 100 agli 800......
penso più che altro non faccia mai bene continuare a cambiare allenatore in questo modo 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 925403
spia ma se non ci lavorava bene cosa doveva fare? certo un nuovo Castagnetti non è che si trova dietro l'angolo

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 20:16

Non ho notizie sportive da dare... ma volevo condividere la mia emozione per aver visto dal vivo - finalmente! - il mio pattinatore preferito, il mio connazionale Stéphane Lambiel! Che dire... sulle note di Ne me quitte pas di Brel... pura poesia! Stéphane è davvero stupendo, carino, sorridente e alla mano... e vedere le sue mitiche trottole fatte ad una velocità pazzesca... pura magia!
Grande Stéphane! love
Nello stesso spettacolo c'era anche Samuel Contesti, il francese trapiantato in Italia... delizioso! E visto che Stéphane si è ritirato dalle competizioni... ai prossimi Europei (tra pochi giorni!) che si terranno qui, in Svizzera (a Berna per la precisione) tiferò senz'altro per Samuel!

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 20:18

@ nikki, speriamo che quei buzzurri della RAi ce li facciano vedere 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 942644

adoro il pattinaggio 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 540435

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 20:25

ubik ha scritto:@ nikki, speriamo che quei buzzurri della RAi ce li facciano vedere 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 942644

adoro il pattinaggio 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 540435
Sì, lo spero, anche se la cosa odiosa della Rai è che continuano a parlare sull'esibizione, mentre per me dovrebbe essere commentata il meno possibile, per godersi la musica e la coreografia... poi tanto la regia manda sempre il rallenty dei principali salti e passi, a quel punto si può indicare allo spettatore ignaro che tipo di salto è stato fatto... ma vabbé sono solo dettagli! occhiolino

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 20:35

Nikki of Cydonia ha scritto:...continuano a parlare sull'esibizione, mentre per me dovrebbe essere commentata il meno possibile, per godersi la musica e la coreografia...
eeehhhh, ma almeno gli ignoranti come me imparano qualche cosa 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 905948

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Mar 11 Gen 2011, 20:15

http://www.repubblica.it/sport/calcio/2011/01/11/news/panini_50_anni_calciatori-11096767/?ref=HRERO-1


Da Pizzaballa a Pato
I 50 anni delle Panini
Esce in edicola la 50/a edizione della raccolta dedicata al campionato italiano. 128 pagine con 738 figurine, più alcune sezioni specialidi LUIGI PANELLA


ROMA - Pierluigi Pizzaballa era proprio forte. Ha giocato in Atalanta, Verona, Milan, Roma. Ha dato il 'cinque' a Enrico Albertosi in una giornata di giugno del 1966: Ricky usciva, lui esordiva in Nazionale per giocare il secondo tempo nell'amichevole contro l'Austria. E' salito pure sull'aereo destinazione Inghilterra, terzo portiere al Mondiale sciagurato troncato da un dentista della Corea del Nord. Era forte Pizzaballa, ma se ad oltre trenta anni dal fatidico guanto appeso al chiodo ancora spesso si parla di lui, il merito è delle figurine Panini, la cui collezione 2010-11, quella storica dei 50 anni, è stata presentata a Roma. L'introvabile Pizzaballa era diventato e resta un tormentone, tramandato di generazione in generazione. E chissà cosa avranno pensato quei milioni di bambini degli anni '60/70, quando in una puntata dei 'Soliti Noti', il programma tv condotto da Fabrizio Frizzi, una concorrente non lo ha riconosciuto scambiandolo per un coltivatore di patate. "Ma come? Noi non ci abbiamo dormito per intere notti, mancava solo quella figurina per completare l'album, e questa ce lo scambia per un contadino?", avranno pensato. Eppure nello sbaglio di una delle poche persone che ha collezionato le 'figu' c'è paradossalmente lo specchio di un Paese che è cambiato. Prima i calciatori erano ugualmente famosi, ma meno divi, figli di un'altra Italia, contadina, appunto. Del resto anche i bambini di 50, 30 anni fa, rispetto a quelli di oggi non hanno in comune proprio niente. Anzi no, a pensarci bene il filo conduttore c'è, e sono proprio le figurine Panini. Oggi come allora il rito è sempre lo stesso: "Ce l'ho, mi manca...", e vai con lo scambio.

Perchè le figurine, e non sembri una esagerazione, hanno caratterizzato le esistenze degli appassionati. Chiunque ha un proprio ricordo legato a questo o quel giocatore. Mica era solo Pizzaballa a tenere banco. Ad esempio una rarità era Ciccio Cordova ai tempi del Brescia, ritratto con la sua fluente capigliatura, oppure, andiamo a memoria, un giovane Alberto Marchetti della Juve. E che sottile invidia quando un compagno di classe chiuse l'album con Pierpaolo Manservisi (Lazio), portato in trionfo per tutta la giornata come fosse un'icona. Perchè chiudere una collezione Panini era, è, una emozione intensa, non te la scordi: è come il primo gol nella vita, il primo bacio, la vittoria al Mondiale.

Il vecchio ed il nuovo continuano a fondersi, quest'anno ancora di più. Nell'Era digitale e dei giochi on-line, la collezione Panini si mostra come un punto di incontro con il divertimento del passato. "Quest'album dei 50 anni doverosamente è da dedicare ai fratelli Panini. Una collezione che vuole essere un punto di unione ideale tra tre generazioni - ha spiegato Antonio Allegra, Direttore Mercato Italia Figurine e Card di Panini -. La rappresentazione di un calcio moderno e in evoluzione, ma anche lo strumento per provare le emozioni che cinquanta anni fa come oggi -aggiunge Allegra- uniscono i collezionisti di figurine Panini e che rappresentano anche 50 anni di storia d'Italia".

COME SARA' L'EDIZIONE DEI 50 ANNI - 738 figurine adesive, di cui 660 in carta e 78 speciali in materiale metallizzato, sui giocatori di serie A e B, I e II divisione di Lega Pro, Serie D e Serie A femminile. Queste figurine potranno essere raccolte in un album di 128 pagine. Ogni club di A è rappresentato dalle figurine di 20 giocatori, oltre a quella di allenatore, squadra schierata e scudetto. Le figurine dei singoli calciatori contengono una serie di dati e informazioni, espressi con appositi simboli, relativi al numero di maglia e ai trofei per club vinti nelle competizioni internazionali, mentre quelle degli allenatori ritraggono i mister durante il momento della conferenza stampa. Ogni squadra di Serie B ha invece 18 giocatori (in figurine fustellate contenenti 3 giocatori cadauna), oltre a squadra schierata e scudetto. Ai team di I Divisione è dedicata la figurina di squadra schierata e scudetto, per le squadre di II Divisione lo scudetto e per i club di Serie A Femminile la figurina della squadra schierata.

LE SEZIONI SPECIALI - Vi sono poi diverse sezioni speciali. Innanzitutto nella prima pagina dell'album è presente una figurina extra rappresentante il logo esclusivo realizzato per il 50 anni di Panini (1961-2011). Vi è poi la sezione "Calciatori50" con le figurine delle 50 copertine degli album "Calciatori" dal 1961-62 ad oggi. Una novità di questa collezione è il grande concorso 'Top Team Panini 50', che avrà lo scopo di selezionare i 18 calciatori (11 titolari e 7 riserve) preferiti dal pubblico dei tifosi italiani tra i campioni che sono stati raffigurati nelle cinquanta edizioni della collezione 'Calciatori'. Sarà possibile votare tra 300 calciatori (preselezionati tra le circa 15mila figurine di giocatori di Serie A pubblicate dal 1961-62 ad oggi), suddivisi per ogni ruolo di gioco. Le figurine dei 18 calciatori più votati e delle classifiche per ruolo saranno stampate e inviate da Panini su richiesta a chi vorrà completare la collezione. Il voto sarà espresso anche da una "giuria di esperti", composta da 6 autorevoli giornalisti sportivi (Stefano Agresti, Marino Bartoletti, Alberto Brandi, Matteo Marani, Vittorio Oreggia e Bruno Pizzul).
(11 gennaio 2011)

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Dom 23 Gen 2011, 14:35

http://www.repubblica.it/sport/tennis/2011/01/23/news/schiavone_quarti-11551759/


Schiavone da record
Ai quarti a Melbourne


L'azzurra batte in tre set la russa Kuznetsova dopo quattro ore e 44 minuti, nuovo primato di durata per un match femminile in uno Slam. Martedì la sfida con la danese Wozniacki per un posto in semifinale. Da lunedì la milanese sarà numero 4 del mondo

MELBOURNE - Schiavone da record a Melbourne. Per la prima volta in carriera l'azzurra, sesta favorita del tabellone, si è qualificata per i quarti di finale degli Australian Open, primo Slam del 2011. La 30enne milanese ha battuto negli ottavi in tre set la russa Svetlana Kuznetsova (n. 23) per 6-4 1-6 16-14 dopo una maratona di quattro ore e quarantaquattro minuti di gioco, nuovo record di durata per un match femminile in uno Slam. Un successo che dalla prossima settimana regalerà alla Schiavone la quarta posizione nel ranking Wta. Soltanto Adriano Panatta, il 24 agosto 1976, aveva raggiunto il quarto posto nella classifica mondiale del tennis nell'era open.

Mai la Schiavone, vincitrice lo scorso anno del Roland Garros, era arrivata così in alto a Melbourne dove in passato vantava due ottavi: si era infatti fermata al quarto turno sia nel 2006, battuta dalla Clijsters, che lo scorso anno, fermata da Venus Williams. La Schiavone diventa anche l'unica italiana ad aver raggiunto almeno i quarti di finale in tutti e quattro gli appuntamenti dello Slam (Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e US Open). Martedì la sfida per un posto in semifinale con la danese Caroline Wozniacki, numero uno del mondo. Quattro i precedenti tra Francesca e la ventenne danese e bilancio in perfetta parità: 2-2. L'azzurra ha battuto la Wozniacki nel giugno scorso al Roland Garros sulla terra rossa (anche lì a livello di quarti), ma ha ceduto nell'ultima sfida giocata lo scorso novembre a Doha ai Wta Championships.

Primo set tiratissimo. Buona partenza della Schiavone (2-0), rientro della Kuznetsova (2-2), allungo di Francesca (5-2) e nuovo ritorno della russa (5-4), che cede però il break con un paio di errori consegnando il punto dell'1-0 all'azzurra.Non ha storia il secondo set. La Kuznetsova vola 4-1 e chiude 6-1 strappando tre volte il servizio alla Schiavone. Che apre la terza e decisiva parta con un break, subito recuperato dall'avversaria che si porta 4-2. L'azzurra non molla, ottiene il contro break e il 4-4. Si viaggia sul filo dell'equilibrio. Sull'8-7 la Schiavone annulla tre match point sul suo servizio, poi ne cancella altre tre sul 9-8. Poco dopo è nove pari. Break dell'azzurra, che va a servire per il match, sale 30-0 ma poi concede una palla per il contro break che la russa non si lascia sfuggire. Altra occasione per chiudere il match sprecata sull'11-10 e servizio. Una sfida infinita, il record di durata di un match femminile in uno Slam (non solo agli Aus Open) è cancellato. Sul 14-14 Francesca mette fuori di poco una risposta di diritto sulla palla-break ma due punti su uno scambio ravvicinato è break e l'azzurra può andare a servire una terza volta per il match sul 15-14. Arriva il primo match point per Francesca che la Kuznetsova annulla con il diritto: con uno smash al volo la Schiavone si procura il secondo ma la sua volée di rovescio su una risposta insidiosa di "Sveta" finisce fuori. Arriva il terzo match point: la volée di diritto è quella buona per il 16-14 con il quale Francesca sigla l'ennesima impresa.

''SUCCESSO INCREDIBILE'' - Una partita da infilare nell'album dei ricordi: "E' stato fantastico. Un giorno spero di far vedere il dvd a mio figlio", dice l'azzurra, che andrà caccia di un'altra impresa contro la Wozniacki. "E' giovane, è la numero 1, ha una mentalità vincente. E' una combattente e non regala nemmeno un punto. Dovrò essere aggressiva, ci sarà da lottare".
............................................................

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Dom 23 Gen 2011, 14:37

http://www.repubblica.it/sport/vari/2011/01/23/news/sci_slalom_kitzbuehel-11552839/

Slalom a Grange
Razzoli sul podio



Lo speciale di Kitzbuehel va al francese davanti al croato Kostelic che si aggiudica la combinata. Terzo il campione olimpico, che era quinto dopo la prima manche. Gli altri azzurri: nono Deville, undicesimo Moelgg


KITZBUEHEL (Austria) - Giuliano Razzoli torna sul podio in coppa del mondo. Il campione olimpico di Vancouver è arrivato terzo a Kitzbuehel (secondo podio consecutivo nella località austriaca) alle spalle del francese Jean-Baptiste Grange e del croato Ivica Kostelic, che ha vinto la combinata e con i 180 punti guadagnati allunga ancora in testa alla classifica generale di coppa. Bene nel complesso la prova degli azzurri: Deville è arrivato nono, Moelgg undicesimo. Grange si è imposto con 28 centesimi di vantaggio su Kostelic e 69 su Razzoli.

SUPERG ALLA VONN - Vittoria della statunitense Lindsey Vonn nel super-g di Cortina. L'americana si è imposta in 1'22"64 precedendo di appena 0"05 la tedesca Maria Riesch (1'22"69) e di 0"88 la svizzera Lara Gut (1'23"52). La migliore delle azzurre è stata Irene Curtoni (1'24"47), decima, staccata di 1"83 dalla vetta. La Riesch rimane saldamente al comando della classifica generale di Coppa del Mondo con 1232 punti. La Vonn insegue a quota 1087 e consolida il primato nella graduatoria di specialità con 380 punti.

GRUGGER, CONDIZIONI STABILI - Moderato ottimismo sulle condizioni di Hans Grugger, lo sciatore austriaco protagonista di una rovinosa caduta giovedì nella prova della discesa libera di Kitzbuehel. L'atleta, reduce da un'operazione alla testa, è ricoverato nella clinica universitaria di Innsbruck. "I medici sono soddisfatti dopo gli ultimi esami", fa sapere la federsci austriaca. "Il quadro generale autorizza un cauto ottimismo", prosegue il comunicato. Grugger rimane in coma farmacologico dopo la terza notte in condizioni stabili.
..........................................

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Dom 23 Gen 2011, 17:00

http://www.repubblica.it/sport/vari/2011/01/23/news/slittino_zoeggeler-11553116/?ref=HRLS-5

Zoeggeler secondo
la coppa si avvicina


L'azzurro chiude alle spalle del tedesco Loch la tappa di Altenberg. A due gare dalla fine resta ampio il vantaggio sugli avversari

ALTENBERG - Secondo posto per Armin Zoeggeler a Altenberg, in Germania, sede della settima prova della Coppa del Mondo di slittino. L'azzurro ha chiuso alle spalle del tedesco Felix Loch, che con il tempo di 1'50''725 ha centrato il terzo successo del 2011. Terzo posto per il russo Albert Demchenko. La positiva giornata del team italiano è stata completata dalla quinta posizione di David Mair e dalla decima di Reinhold Rainer.

Zoeggler, che ha chiuso con un ritardo di 0'141 da Loch, rimane comunque al comando della classifica generale di Coppa, con 610 punti e 65 lunghezze di vantaggio su Loch. Alla fine della Coppa del Mondo mancano due gare, la prima delle quali è in programma nel prossimo fine settimana in Italia, a Cesana.
(23 gennaio 2011)

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Mer 26 Gen 2011, 00:09

Al via gli Europei con le qualificazioni. Testa/Mior accedono allo Short Program

Inserito il Lun, 24/01/2011 - 19:38.

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 TestaMiorFD01.thumbnail


Ci siamo, oggi sono iniziati i Campionati Europei a Berna. Tante le attese, a cominciare dall'entrata in vigore dei nuovi regolamenti che determineranno le entries alla prima fase di gara. In programma oggi, infatti, le prime qualificazioni, quelle della danza e quelle della categoria maschile. Poche le variazioni nelle entries, si sono ritirati nei giorni scorsi la coppia di danza danese Good/Sørensen e la pattinatrice polacca Anna Jurkiewicz per infortunio.

Ricordiamo brevemente le nuove regole: le gare effettive inizieranno da mercoledì con gli short, per i quali sono previste 28 entries per Donne e Uomini (18 ad accesso diretto e 10 provenienti dalle qualificazioni), 18 entries per le coppie (nessuna fase preliminare, le coppie iscritte sono solo 16) e 20 per la danza (12 ad accesso diretto e 8 dalle qualificazioni). E' poi previsto un taglio per l'accesso al libero finale, con 24 pattinatori per il singolo maschile e femminile, 16 coppie e 20 coppie di danza.

Ecco come sono andati i liberi della fase preliminare:

Nella danza le coppie iscritte alla fase di qualificazione erano 15. Di queste, una era già sicura di accedere comunque al corto, la coppia di casa Elsener/Roost (il paese ospitante ha il diritto di mandare un suo rappresentante allo short, anche qualora non passi la fase preliminare, se non ha posti ad accesso diretto). Poiché gli svizzeri sono terminati 12.i, teoricamente non qualificati, saranno 9 le coppie che accederanno allo SP.

L'Italia aveva in gara la coppia di danza Testa/Mior, campioni nazionali ma con ranking mondiale basso vista la breve partnership. I due atleti si sono qualificati abbastanza agevolmente piazzandosi al quarto posto del libero richiesto per la fase preliminare, ottenendo 67,90 punti.

Le altre coppie qualificate sono, nell'ordine: Mysliveckova/Novak (Rep. Ceca), Zhiganshina/Gazsi (Germania), Coomes/Buckland (Gran Bretagna), Hurtado/Diaz (Spagna), Shtork/Rand (Estonia), Reed/Japaridze (Georgia) e Tobias/Stagniunas (Lituania).

Per Mysliveckova/Novak, fermati da un infortunio lo scorso anno, Hurtado/Diaz, prima coppia spagnola di danza a formarsi, Shtork/Rand e Tobias/Stagniunas, insieme dalla primavera 2010, sarà la prima partecipazione agli Europei.

In campo maschile, erano 21 gli atleti iscritti alla fase preliminare. Nessun posto riservato per gli atleti di casa che devono guadagnarsi il posto nello SP, avendo la Svizzera già un accesso diretto (assegnato a Laurent Alvarez), però i pattinatori che passeranno al corto saranno 11 invece che 10 perché la Slovenia non ha usato il suo accesso diretto. Come già riportato, l'Italia ha due accessi diretti e nessun atleta nelle qualificazioni.

Si sono qualificati nell'ordine per accedere allo SP: Jorik Hendrickx (Belgio), Kim Lucine (Monaco), Denis Wieczorek (Germania), Zoltan Kelemen (Romania), Javier Raya (Spagna), Moris Pfeifhofer (Svizzera), Justus Strid (Danimarca), Maxin Shipov (Israele), Maciej Cieplucha (Polonia), Stephane Walker (Svizzera), Ali Demirboga (Turchia).
Saranno i primi Europei per Lucine, Wieczorek, Raya, Strid, Walker e Demirboga.


http://www.artonice.it/?q=it/node/10078

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Mer 26 Gen 2011, 00:13

Europei, gara preliminare Donne: Alice Garlisi ottiene la qualificazione

Inserito il Mar, 25/01/2011 - 14:51.

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 CI07_FPLJGarlisi01.thumbnail

Si è svolta questa mattina la gara di qualificazione per la categoria femminile, dalla quale dovevano uscire le 10 pattinatrici da aggiungere a quelle già iscritte direttamente allo SP. Si è ritirata all'ultimo l'olandese Manouk Gijsman, per cui a sfidarsi sono state 19 atlete.

L'Italia, che in questi Europei ha tre entries per le donne, ma solo due ad accesso diretto, aveva in gara Alice Garlisi. La pattinatrice milanese, ultima a scendere sul ghiaccio, è riuscita a qualificarsi senza problemi, classificandosi terza con 78,81 punti.

Le altre nove ragazze qualificate sono nell'ordine: Ira Vannut (Belgio), Maé-Bérénice Meite (Francia), Romy Bühler (Svizzera), Svetlana Issakova (Estonia), Karina Johnson (Danimarca), Anne Line Gjersem (Norvegia), Clara Peters (Irlanda), Fleur Maxwell (Lussemburgo), Hristina Vassileva (Bulgaria).

Disputeranno i loro primi Europei la neo campionessa belga Ira Vannut, Maé-Bérénice Meite, Alice Garlisi, Romy Bühler, Svetlana Issakova, Anne Line Gjersem e Hristina Vassileva.


L'ISU ha così completato gli elenchi degli atleti che da domani daranno vita al campionato vero e proprio. Da domani inizierà anche la copertura televisiva, nessuna emittente ha infatti trasmesso le qualificazioni, com'era prevedibile. Si inizierà con la SD, in programma dalle 14.20; è stato intanto pubblicato l'ordine di discesa in pista per la short dance, che vede Testa/Mior nel terzo gruppo, Alessandrini/Vaturi nel quarto e Faiella/Scali nel quinto.
E' uscito anche l'ordine di discesa per le coppie, che inizieranno a pattinare alle 19.45: Gillespie/Dematté scenderanno per primi in pista nel secondo gruppo, mentre Berton/Hotarek pattineranno nel quarto gruppo tra Kavaguti/Smirnov e Savchenko/Szolkowy.

In bocca al lupo a tutti i nostri atleti!


1000 sports fuori di forum - Pagina 3 116790 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 699418 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 116790

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Zoe il Mer 26 Gen 2011, 10:12

ubik ha scritto:In bocca al lupo a tutti i nostri atleti!


1000 sports fuori di forum - Pagina 3 116790 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 699418 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 116790
italia italia italia

per chi ha sky (io no pianto ) ecco la programmazione:
http://www.wintersport-news.it/it_IT/3935,News.html

NEWS | ARTISTICO
La programmazione di Eurosport per gli Europei di pattinaggio di figura

di Redazione Winter, pubblicato martedì 25 gennaio 2011 alle 15:20

Ieri, si sono aperti a Berna i Campionati Europei di pattinaggio di figura con le prove di qualificazione. Domani pomeriggio si partirà con le competizioni vere e proprie. Eurosport, canale 211 della piattaforma satellitare Sky, garantirà ampia copertura dell'evento.
Quasi tutti gli appuntamenti saranno trasmessi in diretta con il commento di Angelo Dolfini e Massimiliano Ambesi. Di seguito il programma dettagliato della manifestazione:

MERCOLEDI' 26 GENNAIO
14:30 DANZA. Programma Corto (Live)
20:10 COPPIE. Programma Corto (Live)

GIOVEDI' 27 GENNAIO
14:00 MASCHILE. Programma Corto (Live)
18:45 COPPIE. Programma Libero (Live)

VENERDI' 28 GENNAIO
14:00 FEMMINILE. Programma Corto (Live)
19:30 DANZA. Programma Libero sabato (Live)

SABATO 29 GENNAIO
18:45 FEMMINILE. Programma Libero (Sintesi)
20:30 MASCHILE. Programma Libero domenica (Live)
DOMENICA 30 GENNAIO
19:00 GALA (Sintesi)
00:30 GALA (Replica)

EDIT: anche Rai sport1 trasmette qualcosa: QUI la programmazione
Zoe
Zoe
mengonella
mengonella

Messaggi : 9955
Data d'iscrizione : 13.05.10

Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Mer 26 Gen 2011, 20:19

Europei 2011: Péchalat/Bourzat primi nella Short Dance, pomeriggio non esaltante per i colori azzurri

Inserito il Mer, 26/01/2011 - 18:50.

Nuovo formato per i Campionati, ma è sempre la danza a dare il via alle gare, con la Short Dance. Clima non caldissimo alla pista centrale di Berna, almeno per la temperatura, definita "gelida" sia dagli spettatori (durante le qualificazioni sono apparse coperte dell'esercito a disposizione dei pochi infreddoliti fan) sia da atleti e allenatori. Così per esempio ha detto ieri ai giornalisti russi Alexei Mishin: "Nell'arena fa molto freddo ed è il problema più serio. Finora io e Artur Gachinski non abbiamo saputo risolverlo."
Ancora più deciso, come suo solito, Ingo Steuer, che è preoccupato per Aliona Savchenko e Robin Szolkowy: "Vanno ad alta velocità, è pericoloso per sollevamenti e lanciati. Con le mani gelate la solidità delle prese non è assicurata." Per il suo team e il suo nuovo progetto di quattro anni verso Sochi (quindi avrebbero deciso di restare?) un quarto titolo continentale sarebbe molto importante, ha detto, al fine di reperire fondi da eventuali sponsor.
Più tranquillo Tomas Verner, che ha dichiarato a un giornalista russo che gli chiedeva come farà fronte al freddo: "E' difficile, anche se i campionati cechi si sono svolti con temperature ancora più basse. Però a Toronto, dove mi alleno, la temperatura è sui 15 gradi, così qui devo stare attento al riscaldamento, per scaldare al meglio la muscolatura. D'altra parte, qui respiro meglio."

Ma veniamo alla SD, che ha visto imporsi i francesi Péchalat/Bourzat e purtroppo cedere vistosamente i nostri Faiella/Scali.

Dopo un ottimo inizio di stagione, (primi in Cina e al Bompard, secondi alle finali GP), Nathalie Péchalat e Fabian Bourzat non tradiscono le aspettative e, con una coinvolgente interpretazione sulle musiche del Dottor Zivago, si portano in testa con un totale di 66.91, primi in entrambi i punteggi. Ma l’oro finale non sarà così scontato.
In seconda posizione si trovano i campioni russi Ekaterina Bobrova e Dmitri Soloviev (65.46), per l'occasione in veste nuova, con costumi e soprattutto musica cambiati; il loro Delilah non aveva convinto, adesso la loro SD è su un valzer dal musical "Chess". Velocissimi sui twizzles in apertura, i due (classe 1990 lei, 1989 lui) si fanno apprezzare per la morbidezza della pattinata e gli ottimi fili, con un’originale entrata nel rotational. Quasi uguale il punteggio tecnico rispetto ai francesi, che invece hanno ottenuto un maggior vantaggio nei components, tutti sopra l'8, per la loro matura e intensa performance.
Terzi Sinead e John Kerr (62.87) che mescolano valzer e quickstep. Bene nella prima parte (solo una lieve indecisione di John sui twizzles), ma è la parte finale a farsi apprezzare di più. Un quickstep davvero trascinante con piglio quasi “disco”. In pista dopo un inizio non facile di stagione, i popolari campioni inglesi sono stati molto applauditi dal pubblico.
In quarta posizione si trovano i giovanissimi russi Elena Ilinykh e Nikita Katsalapov (60.93), campioni mondiali junior. Gli allievi di Alexander Zhulin dimostrano grande personalità, mischiando valzer e tango. Anche per loro velocità sui twizzles, molto originale il sollevamento in linea, scatenata midline tanghera per concludere. Li tallonano i connazionali Ekaterina Riazanova e Ilia Tkachenko (60.91), autori a loro volta di un ottimo programma che fa della fluidità e della morbidezza il suo punto di forza. Anche per loro un buon rotational, con presa particolare. Superiori ai connazionali nel TES, il terzo, hanno pagato loro qualcosa a livello di components. Non c’è che dire, dopo qualche anno di dominio con polemica, la scuola russa sembra aver trovato tre coppie di razza.

La sesta posizione va a Nora Hoffmann e Maxim Zavozin (58.00), molto dinamici ma non impeccabili tecnicamente, che hanno comunque ottenuto il loro Season Best, seguiti a quota 57.82 dai tedeschi Nelli Zhiganshina e Alexander Gazsi, autori di una short dance briosa e molto originale, soprattutto precisa sugli elementi tecnici (terzo TES a parimerito con Riazanova/Tkachenko), su musiche del Cirque du Soleil. Ottavo posto e buona performance anche per la seconda coppia francese, formata da Pernelle Carron e Lloyd Jones (57.23) che presentano un valzer in stile “vecchia Parigi”. Ottimo il rotational, bene i twizzles, soprattutto il primo set.

Arrivano i dolori per la squadra italiana. Federica Faiella e Massimo Scali chiudono in nona posizione (57.18). Complice un inizio di stagione sfortunato e qualche problema fisico, gli azzurri (soprattutto Federica) non si presentavano certo al meglio della forma. Rimane comunque un peccato l’errore di Federica proprio all’inizio della loro “My Fair Lady”, errore arrivato subito, praticamente sul secondo giro dei twizzle quando, forse troppo vicini, lei ha perso l'equilibrio mancando completamente l'elemento. Brava Federica a non perdersi d’animo e a riprendere, ma la loro gara è stata fortemente compromessa dall'errore iniziale, il TES è molto basso e anche i components sono stati solo i quarti, nonostante la bella e matura interpretazione.
Rimanendo in casa Italia, da segnalare la quattordicesima posizione di Lorenza Alessandrini e Simone Vaturi (47.69), anche loro alle prese con una preparazione turbolenta, e la quindicesima piazza dei campioni nazionali in carica, Federica Testa e Christopher Mior (47.52). Praticamente appaiate le nostre due coppie; Alessandrini/Vaturi hanno esordito con un rotational lift particolare, ben eseguito, e hanno offerto una bella presentazione, ma non hanno convinto tecnicamente, forse un po' trattenuti ai loro primi Europei, con una sbavatura nei twizzles e livelli non alti nel Golden Waltz. Rovesciata la valutazione per Testa/Mior, che hanno spuntato un TES migliore di circa 2 punti rispetto ai compagni, con buoni livelli eccetto che nei passi, in cui qualcosa non ha funzionato, ma minori components.

Da segnalare anche la buona prova dei giovani spagnoli Hurtado/Diaz, che al loro primo Europeo hanno ottenuto un 17.o posto.
Restano fuori dalle 20 coppie che disputeranno il libero gli estoni Shtork/Rand, ultimi, mentre riescono a qualificarsi gli atleti di casa, Elsener/Roost, che avevano disputato una cattiva prova preliminare ed invece nella SD hanno mostrato una sufficiente padronanza tecnica.

http://www.artonice.it/?q=it/node/10101

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 33351

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Gio 27 Gen 2011, 00:19

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2011/01/27/visualizza_new.html_1615453071.html

Ciclismo: Contador squalificato un anno

Lo conferma lo stesso corridore, trovato positivo al Tour 2010

-MADRID, 26 GEN- Alberto Contador ha confermato di essere stato squalificato per un anno dalla Federazione spagnola per la positivita' al doping al Tour de France 2010. La notizia era stata anticipata dalla stampa spagnola e la conferma e' arrivata da un portavoce del campione. Ora Contador perdera' la corona dell'ultimo Tour e non potra' disputare la prossima Grande Boucle. Avra' dieci giorni di tempo per presentare ricorso.

Contador, il 21 luglio del 2010 a Pau, era stato trovato positivo al clembuterolo.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Gio 27 Gen 2011, 00:35

Europei 2011: Aliona e Robin al comando, ma che short per Stefania Berton e Ondrej Hotarek!

Inserito il Mer, 26/01/2011 - 23:21.

Come da pronostico la medaglia d'oro pare proprio una sfida a due, con Aliona Savchenko e Robin Szolkowy nettamente favoriti. I tedeschi pattinano uno short coreograficamente molto piacevole su Korobushko. Subito gli elementi più difficili, 3F lanciato (gigante), 3Twist e 3T sbs (bene eseguito da entrambi). Da qui in poi programma scorre via liscio, sempre molto belle le loro sequenze di passi. 72.31 il totale.

Seguono a quota 69.49 i campioni europei uscenti Yuko Kavaguti (particolarmente sofferente per l'atmosfera glaciale della pista) e Alexander Smirnov. Per loro 3T sbs, 3Lo lanciato, 3 Twist (non perfetto), sollevamento con uscita al cardiopalma e buona chiusura con la sequenza di passi. Unica pecca la coreografia, davvero insipida, sulle note di "Così parlò Zarathustra" di Richard Strauss.

In terza posizione si piazzano Vera Bazarova e Yuri Larionov che, seppur molto giovani, dimostrano tutte le loro qualità. Solo un errore, sul 3F lanciato. Partito male, con il peso troppo indietro, il salto viene comunque salvato da Vera con l'appoggio del piede libero. Nessun problema, invece, sul 3Twist, senza dubbio il migliore della serata, e sul 3T sbs. Pattinata fluida e morbida, interpretazione molto romantica (Adagio di Secret Garden la loro musica).

Splendido quarto posto per Stefania Berton e Ondrej Hotarek (60.08, nuovo record italiano) che si permettono di lasciarsi alle spalle la terza coppia russa e, diciamocelo senza cadere in eccesso di tifo, in quanto a coreografia e interpretazione sono molto meglio di Kavaguti/Smirnov (anche se la giuria, chissà come mai, la pensa in modo diverso). Stefania e Ondrej si esibiscono in un tango appassionato, con contaminazioni da short dance in alcuni passaggi. Tutti ottimamente eseguiti gli elementi tecnici, dal 3T sbs iniziale, al sollevamento, dal 2Twist al 3Lo lanciato. Meravigliosa anche la sequenza di passi che ottiene addirittura livello 4.

Quinti Katarina Gerboldt e Alexander Enbert (57.50) che mettono comunque ben a frutto il loro breve sodalizio (pattinano insieme da poco più di un anno). 3S sbs discreto ma con poco unisono, 3Twist un po' collassato, 3F lanciato ottimo.

Sesti i tedeschi Maylin Hausch e Daniel Wende (53.86) con il loro "Tango de Roxane" che vede purtroppo la caduta sul 3F lanciato.

Settimi gli inglesi Stacey Kemp e David King (48,86); per loro Season best, impreciso il 3Twist ma poi una prova pulita con un buon unisono nella trottola sbs.

Ottimo il risultato dei cechi Kadlecova/Bidar che hanno stracciato il loro record del corto con 48,45 punti.

Non convincono invece i francesi Canac/Bonheur (43,02), insieme dall'estate, ancora in cerca di un buon unisono; diverse imprecisioni, a partire dal 3S lanciato che Yannick sottoruota mentre Adeline atterra il 3Lo lanciato su due piedi.

Dodicesima posizione per Carolina Gillespie e Luca Demattè (40.11), giovani junior "buttati nella fossa dei leoni". Ma Carolina e Luca non si fanno certo "sbranare", anzi. Presentano 2Twist, poco esplosivo ma discreto, un buon sollevamento, 2F sbs e, soprattutto, un 3S lanciato che Carolina tiene con una grinta pazzesca. Come debutto senior davvero niente male.

Si sono ritirati gli israeliani Montalbano/Krasnopolski, Danielle si è infortunata negli allenamenti del mattino.


1000 sports fuori di forum - Pagina 3 116790 per ora quarti e dodicesimi 1000 sports fuori di forum - Pagina 3 116790

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Gio 27 Gen 2011, 08:47

TENNIS. LA PENNETTA VA IN FINALE NEL DOPPIO

Australian Open, Nadal va al tappeto

Dolorante a una coscia, la testa di serie numero 1 cede in tre set all'altro spagnolo Ferrer

Rafael Nadal (Epa)
MELBOURNE (AUSTRALIA) - Il numero 1 del mondo Rafael Nadal è stato eliminato nei quarti di finale dell'Australian Open. Lo spagnolo è stato sconfitto dal connazionale David Ferrer in tre set con il punteggio di 6-4, 6-2, 6-3 in 2 ore e 33 minuti di gioco.

PROBLEMI FISICI - Nadal esce ai quarti del torneo di Melbourne per il secondo anno di fila: nel 2010 era stato battuto dallo scozzese Andy Murray. Il mancino di Manacor ha accusato in apertura di match un problema muscolare alla gamba sinistra. Ferrer non batteva il connazionale dal 2007 (l'ultimo successo nel round robin della Masters Cup): Nadal aveva poi vinto le ultime sette sfide. Il bilancio negli scontri diretti è ora di 11-4 a favore del n.1 del mondo. In semifinale, Ferrer affronterà lo scozzese Andy Murray che ha sconfitto in quattro set l'ucraino Alexandr Dolgopolov con il punteggio di 7-5, 6-3, 6-7 (3-7), 6-3.

GENTLEMAN - «Non è mai facile vincere contro Nadal anche se è stato un gentleman, ha giocato infortunato - ha spiegato Ferrer al termine della partita - Non è comunque mai facile giocare contro di lui. Come ho vinto? Ho giocato in modo aggressivo tenendo alta la concentrazione. Non è normale vincere in tre set contro un campione come Nadal, vedevo che il mio avversario non riusciva a correre ma non volevo pensarci, volevo solo giocare il mio tennis. Sono contentissimo, sto vivendo due settimane incredibili. Lotterò anche in semifinale».

FLAVIA IN FINALE - Un'italiana, comunque, ha raggiunto la finale dell'Australian Open, anche se nel doppio: Flavia Pennetta, in coppia con l'argentina Gisela Dulko, favorita numero uno del seeding, ha battuto in semifinale la statunitense Liezel Huber e la russa Nadia Petrova, terze teste di serie, per 6-4 7-5. In finale affronteranno la coppia formata dalla bielorussa Victoria Azarenka e dalla russa Maria Kirilenko, teste di serie numero 12. Il match è in programma venerdì alle ore 15 locali (le 5 del mattino in Italia).

Redazione online
26 gennaio 2011

http://www.corriere.it/sport/11_gennaio_26/tennis-nadal-eliminato-australia-open_0e97b2ee-293f-11e0-b732-00144f02aabc.shtml

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Gio 27 Gen 2011, 21:35

Europei 2011: avanti i giovani, con Amodio, Brezina e Gachinski

Inserito il Gio, 27/01/2011 - 19:31.

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Torino10OFPM_Amodio1.thumbnail

Classifica abbastanza corta (soprattutto dal terzo posto in poi) per questo short maschile che vede, forse a sorpresa forse no, dominare i giovani

Leader è Florent Amodio (78.11), il nuovo delfino di Francia. Grande grinta e grande velocità per Amodio che non sbaglia praticamente nulla. Bene il 3A, ottima la combinazione 3Lz3T, bene anche il 3F che parte però dal filo sbagliato. Molto bella la trottola angelo, insieme a quella di Brezina la migliore della giornata, e di ottima fattura anche la sequenza di passi. E' suo il miglior TES mentre i components sono di poco secondi dietro quelli di Verner.

Michal Brezina (76.13) porta sul ghiaccio sapori del lontano oriente con Japanese Kodo Drums. Per lui un’ottima combinazione 3F3T (qui forse una sbavatura nel passaggio della gamba libera), bene il 3A e gigante il triplo Lutz dai passi. Trottole e passi davvero notevoli, peccato per il livello della combinata finale, solo 2. Van Der Perren gli soffia il secondo TES per un centesimo, un'inezia.

Terza posizione per Artur Gachinski (73.76). Il ragazzo di Mosca ha solo 17 anni ma sembra pattini da 40. O almeno tanta è l’attesa che, da tempo, c’è per questo pattinatore. Oggi l’allievo di Mishin ha dimostrato netti progressi (di sicuro rispetto al disastroso short dei nazionali russi). Su musiche dei Pink Floyd Artur apre con l’ottima combo 4T3T, sebbene non strepitosa come quella di Kevin Van der Perren, tiene con grinta il 3A e va sul sicuro con il 3Lo. Gran piglio sulla sequenza di passi, con passaggi velocissimi di plushenkiana memoria (e forse qui aiuta anche la zazzera bionda). Unico neo, la trottola bassa che non gli viene contata, con una bella perdita di punti sul tecnico. Anche i components, complice la personalità ancora acerba, non sono altissimi.

Tocca al belga Kevin Van der Perren (73.61), che si è presentato qui a Berna in forma fisica smagliante, tenere alta la bandiera della “vecchia guardia”. Spettacolare la sua combinazione d’apertura 4T3T, ben salvato il 3A, con l’indecisione sull’atterraggio trasformata in elemento coreografico, liscio come l’olio il 3S. Kevin, come sempre, paga un po’ sulle trottole, male l’entrata sulla combinata (lentissima) e bruttina anche l’angelo cambio piede, e di nuovo come sempre sui components.

Quinto Tomas Verner (72.91) che presenta uno short sulle musiche di “Singing in the Rain”. Coreografia classica, come il pezzo richiede, simpatica ma non certo particolarmente originale. Bella la sequenza di passi, abbastanza buona la combo con 3Lz3T (l’atterraggio del secondo salto non perfettamente scivolato), bene sul 3F, peccato per la disastrosa caduta arrivata sull’Axel. Suoi i migliori components.

Buon sesto posto per Samuel Contesti (72.78), direttore d’orchestra un po’ folle particolarmente apprezzato dal pubblico. Samuel parte con la combinazione 3Lz3T (bravissimo a tenere il secondo salto), esegue poi con sicurezza il 3A e un ottimo 3F. Molto accattivante la sequenza di passi, buon lavoro sulle trottole, solo l'ultima combinata è un po' faticosa. Vicinissimo nel punteggio a Verner che lo precede, con questo piazzamento potrà pattinare sabato nell'ultimo gruppo con i migliori classificati.

Decisamente sottotono Brian Joubert (70.44, settimo) che, almeno a inizio stagione, con il suo “Once upon a time in Mexico” aveva fatto ben sperare. Il francese sembra da subito più lento del solito (mancanza di condizione fisica?), tiene con esperienza il 4T (giretto) cui attacca il 2T. Ben tenuto anche il 3A cui mancava la solita elevazione. Disastrosa caduta sul 3Lz, di solito uno dei suoi salti migliori. Il punteggio tecnico ne risente parecchio, ben sette pattinatori fanno meglio di lui, ma lo sostengono components piuttosto benevoli, i terzi della gara.

Ottavo Kristoffer Berntsson (66.62) che sceglie una musica splendida, “Comptine d'un Autre Ete” di Yann Tiersen (dalla colonna sonora di “Amelie”), melodia che da sola crea una grande atmosfera. La coreografia è piacevole e Kristoffer ci mette del suo a interpretarla, però i salti sono un po’ titubanti, il 3A salvato con mano, il 3Lz arrivato in punta in combinazione col 3T eseguito praticamente da fermo e non pienamente ruotato, bene il 3Lo e le trottole.

Nono il tedesco Peter Liebers (64,53), che presenta un programma solido anche se non precisissimo; bene 3F3T ma il filo del flip è sbagliato, ottimo il 3A mentre il 3Lz prende una piccola detrazione. Un po' fredda l'interpretazione.

Decima posizione per Alban Preaubert (63.77) che parte bene con 3F3T e un ottimo 3A per poi rovinare tutto con una caduta sul 3Lo e un’indecisione sui passi.

Sfortunato il talentuoso spagnolo Javier Fernandez (60.48, chiude undicesimo) alle prese con problemi a un pattino, tanto da scendere in pista con lo scarponcino stretto alla bell'e meglio con lo scotch da pacchi! L’allievo di Morozov si porta a casa tutti gli elementi di salto (3A, ottimo, 3F3T con appoggio del piede libero sul secondo salto, 3Lz con mano che sfiora il ghiaccio) ma cade per ben due volte sulla sequenza di passi. Altra nota negativa: costume osceno con un abbinamento di colori, camicia verde, cravattino rosa, giacca viola, eufemisticamente improbabile.

Si difende benissimo Paolo Bacchini (59.39) che con il suo Pinocchio agguanta la dodicesima posizione. Brutta l’apertura con la caduta sul 3A che non ha la rotazione completa, un miracolo per salvare il 3Lz in combinazione con il 3T, nessun problema sul 3Lo. Un po’ lenta la Flying camel, bene invece la bassa cambio piede e ottima la combinata in chiusura. Molto curate la sequenza di passi e la gestualità, ottima l'interpretazione apprezzata dal pubblico. Anche per lui un buon piazzamento per la finale, scenderà nel penultimo gruppo.

Alle sue spalle un altro giovane di talento, il belga Jorik Hendrickx (59,14) che, sceso subito nel 1.o gruppo di merito, si porta in testa mantenendo a lungo la posizione. Ancora acerbo ma interessante per le sue qualità, pattina un corto pulito con 3Lz2T, 3Lo e 2A e trottole tutte molto buone.

Solo quattordicesimo il campione nazionale russo Konstantin Menshov (58,82), del resto noto per le sue prestazioni discontinue; dopo un bellissimo 3A tenta senza fortuna il 4T in combinazione, il risultato è un 3T2T, seguito oltretutto da un loop solo doppio.

Anche per Adrian Schultheiss la gara è amara. Il biondo svedese non sembra neanche troppo convinto in pista, soprattutto dopo il tentativo di 4T terminato a terra e sotto ruotato, che gli costa la combinazione. 58,36 gli valgono la 15.a posizione.

Alle sue spalle il primo svizzero, Laurent Alvarez (56,64), che non si comporta male, anzi, esegue 3A, 3Lz e 3S2T, anche se non precisi, e trottole abbastanza veloci e variate; paga a livello di components la sua inesperienza.

Solo 20 pattinatori accedono al libero. I quattro che devono abbandonare la gara sono: Maciej Cieplucha (Polonia), Moris Pfeifhofer (Svizzera), Ali Demirboga (Turchia) e Justus Strid (Danimarca).

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Ven 28 Gen 2011, 01:04

Europei 2011: in una avvincente finale Savchenko/Szolkowy si riprendono il titolo, quinti Berton/Hotarek

Inserito il Gio, 27/01/2011 - 23:58.

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Torino2010_SPP_%20SawSzol4_0.thumbnail


Davvero la finale delle coppie non ha lesinato emozioni, facendo restare gli spettatori col fiato sospeso fino all'ultimo. L'incredibile errore di Aliona Savchenko ha messo in forse una vittoria che a molti sembrava assicurata, ma Kavaguti/Smirnov, pur vincendo il libero, sono rimasti al secondo posto. La gara offrirà sicuramente spunto per discussioni a non finire su chi avrebbe meritato la vittoria. Vediamo i dettagli.

Savchenko/Szolkowy scendono per secondi sul ghiaccio nell'ultimo gruppo dopo Bazarova/Larionov e iniziano alla grande con il solito enorme 3F lanciato, bene anche la sequenza di tripli toeloop e la spirale della morte molto ben eseguita. Entrano quindi nella trottola in parallelo e qui accade l'imprevisto: Aliona inciampa, perde il ritmo e non riesce a riprenderlo, si ferma e di fatto manca l'elemento, che infatti non viene conteggiato. Un grave errore, forse mai visto per questa esperta coppia. I due riprendono un po' in affanno, Robin doppia il 3S sbs, poi i pattinatori ritrovano la consueta padronanza, ottimi i sollevamenti, la trottola di coppia e l'ultimo lanciato, tutto di gran qualità. Il punteggio totale, 206,20.

I russi scendono per ultimi sul ghiaccio, sembrano tesi. Non c'è alcun errore grave nel loro programma ma leggere imprecisioni sui salti e nell'ultimo sollevamento. Eseguono il loro delicato "Chiaro di luna" con pulizia ed eleganza ma senza, forse, la convinzione necessaria. Nei lanciati e nei sollevamenti i tedeschi raccolgono più punti, meglio per i russi i salti sbs. La spirale dei tedeschi è superiore a quella degli avversari, solo di livello 1. I components sono a favore dei tedeschi, il TES dei russi, ma tutto molto ravvicinato. Alla fine il libero va a Kavaguti/Smirnov per soli 23 centesimi, troppo pochi per compensare lo scarto del corto. Kavaguti/Smirnov si fermano a 203,61.

Sul terzo posto non si discute, va di buon diritto a Bazarova/Larionov (188,24, nuovo record personale), autori di uno splendido libero, condotto con velocità e ritmo dall'inizio alla fine, senza commettere il minimo errore. Bene il 3T sbs, solo leggermente fuori unisono, altissimo triplo twist, sicuri i lanciati, bellissimi i sollevamenti originali e molto intricati. Perdono qualche punto sui livelli della spirale e del twist, ma il programma è davvero ben eseguito.

Quarta la terza coppia russa Gerboldt/Enbert (169,95) che sale di una posizione ai danni dei nostri rappresentanti, che terminano quinti. Katarina e Yuri pattinano bene, con gran ritmo, gli unici errori sono l'arrivo del triplo twist, appoggiato a Yuri, e la caduta sul 3F lanciato. Molto bene la combinazione 3T2T2Lo, sincrona, e il 3S sbs, ottimo il 3Lo lanciato; una perdita di unisono nella trottola sbs, ma la coppia, da un anno insieme, appare davvero promettente.

Stefania Berton e Ondrej Hotarek scendono convinti sul ghiaccio ed eseguono un buon programma fluido, interpretato con intensità. Esordiscono con una sicura combinazione 3T2T2T, bene il doppio twist e il primo sollevamento, poi però Stefania doppia il 3S. Buon unisono nella trottola sbs, purtroppo il primo lanciato, il 3S, termina con una caduta e il 3Lo arriva su due piedi. Il loro punteggio, 164,83, rappresenta il loro nuovo record personale, così come i punteggi di entrambi i programmi eseguiti in questi Europei. Un risultato di rilievo, come l'apprezzamento raccolto dal pubblico.

Alle loro spalle, ben distanti nel punteggio, i tedeschi Hausch/Wende (149,97) che compromettono un programma ben pattinato, con spunti coreografici originali, col primo sollevamento, che non riesce a salire e non viene conteggiato. Poi alcune altre imprecisioni, Daniel termina in step out il 2T della combo col 3T e Maylin atterra in modo incerto il 3F lanciato.

Risalgono di una posizione, settimi, i cechi Kadlecova/Bidar (139,94). Molto giovani, allievi dell'ex campione di coppia Otto Dlabola, hanno ottenuto in questi Europei tutti i loro nuovi record personali. Piacevole, elegante il loro programma, con buoni sollevamenti, sporcato da una caduta sul 3Lz lanciato. Nel TES superano la coppia tedesca, mentre i components non sono ancora altissimi.

L'ottavo posto è per gli inglesi Kemp/King (128,04) il cui programma è penalizzato da una caduta sul 3Lo lanciato ma soprattutto da una brutta caduta sull'ultimo sollevamento: lui scivola e cade e Stacey precipita quasi addosso a lui. Molta paura per loro, che però si rialzano e riescono a chiudere il programma.

Noni Canac/Bonheur (125,34) che hanno sempre i salti sbs come punto debole; Yannick atterra su due piedi e sottoruota il 3S e Adeline fa solo axel semplice invece che doppio nella combo, anche i due tripli lanciati arrivano su due piedi; buon unisono invece nella trottola in parallelo.

Restano al 12.o posto Carolina Gillespie e Luca Dematté che possono essere ben soddisfatti del loro primo Europeo, portano infatti a casa il loro nuovo record personale, 115,53. Hanno affrontato con il giusto spirito la gara, senza lasciarsi intimidire, e hanno presentato un programma piacevole, elegante, con alcuni bei sollevamenti, bene il 2F lanciato e il 2F sbs, su due piedi invece il 3S lanciato e qualche problema per Luca che manca l'ultimo salto in 2F1Lo2T sbs.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Ven 28 Gen 2011, 16:54

Coppia collaudata: nella passata stagione erano stati sette i successi. Mai allo Slam

FLAVIA PENNETTA CONQUISTA L'AUSTRALIA

La tennista italiana vince gli open nel doppio in coppia con l'argentina Dulko. Sconfitte Azarenka-Kirilenko

MILANO - Flavia Pennetta ha conquistato il titolo degli Open d'Australia di doppio in coppia con l'argentina Gisela Dulko. Sconfitte in finale la bielorussa Victoria Azarenka e la russa Maria Kirilenko (teste di serie numero 12) in tre set, 2-6 7-5 6-1. Pennetta-Dulko, coppia numero uno della classifica mondiale e prima testa di serie dello Slam australiano, non avevano ancora concesso un set nel corso del torneo.

IL RECUPERO - Le due tenniste in questo caso hanno rimontato da un set di svantaggio e 4-1 (con palla per il 5-1) per le avversarie nella seconda partita. La coppia italo-argentina ha però reagito, mettendo a segno sei giochi consecutivi e conquistando il parziale. Nel terzo set poi non c'è stata storia. Due ore e undici minuti la durata del match.

«LOTTA CONTINUA» - «Con un set a 4-1 sotto eravamo come scioccate - ha raccontato Dulko -. Ai cambi di campo ci guardavamo l'un l'altra come per dirci "Forza, non possiamo finire il match giocando meno di un'ora in finale". Così abbiamo continuato a lottare».

I PRECEDENTI SUCCESSI - Con la vittoria negli Open d'Australia, prima prova dello Slam, Pennetta e Dulko hanno guadagnato 450 mila dollari (circa 330 mila euro). Nella scorsa stagione, al loro primo anno insieme, hanno conquistato i tornei di Miami, Stoccarda, Roma, Bastad, Montreal, Mosca e i Wta Championships di Doha, secondo quanto riporta il sito della Federtennis. Nelle prove dello Slam hanno raggiunto i quarti agli Australian Open, al Roland Garros e agli US Open, e le semifinali a Wimbledon. In carriera la brindisina aveva già giocato una finale dello Slam in doppio, agli Open degli Stati Uniti 2005 assieme alla russa Elena Dementieva: persero contro la statunitense Lisa Raymond e l'australiana Samantha Stosur. Pennetta ha vinto finora 14 tornei di doppio. Un titolo di doppio femminile in uno Slam lo aveva gi… conquistato invece Mara Santangelo in coppia con l'australiana Alicia Molik, nel 2007 al Roland Garros, battendo in finale la slovena Katarina Srebotnik e la giapponese Ai Sugiyama. (Fonte: Ansa)


28 gennaio 2011

http://www.corriere.it/sport/11_gennaio_28/pennetta-vittoria-open-australia-doppio-dulko_a04e9a84-2ad1-11e0-adec-00144f02aabc.shtml

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Dom 30 Gen 2011, 01:36

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/altrisport/2011/01/29/visualizza_new.html_1614409388.html

Zoeggeler, sesto titolo mondiale

L'azzurro dello slittino domina a Cesana

Armin Zoeggeler ha vinto il campionato mondiale di slittino sulla pista di Cesana, in provincia di Torino. Per l'azzurro e' il sesto titolo iridato.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Dom 30 Gen 2011, 01:46

Europei 2011: arriva l’oro per Péchalat/Bourzat, Faiella/Scali in rimonta chiudono quinti

Inserito il Ven, 28/01/2011 - 23:54.
1000 sports fuori di forum - Pagina 3 PechalatBourzatFD2010_2011.thumbnail

La danza non tradisce. E, al momento, si conferma la gara più avvincente di questi Europei.

L’oro, come da previsioni, va ai “francesi di Russia”, al secolo Nathalie Péchalat e Fabian Bourzat. La coppia, allenata da quel volpone di Alexander Zhulin (che questa sera qualche soddisfazione si è tolto), regala una performance perfetta su un medley di Charlie Chaplin, dolce e divertente al punto giusto, ma soprattutto costruito sulla personalità dei due atleti francesi. Coreografia curata in ogni minimo dettaglio, sollevamenti originali e una sicurezza sui twizzles che, soprattutto Nathalie, non sempre ha saputo dimostrare. Il pannello tecnico paga con tutti livelli 4 ad eccezione della sequenza di passi della diagonale (livello 3) e un punteggio di 100.49 (167.40 il totale).

Secondi i russi Ekaterina Bobrova e Dmitri Soloviev (95.68 il libero, 161.14 il totale). Per loro un programma lirico e romantico (alla Virtue/Moir tanto per intenderci) con una sola sbavatura, di Dmitri, sul secondo set di twizzles, e una detrazione per extended lift. Per il resto ottima tecnica, gran velocità sul ghiaccio, movimenti ampi e sollevamenti molto intricati che mettono in risalto la spettacolare flessibilità di Ekaterina (una schiena da prima ballerina).

Arriva la medaglia di bronzo per i fratelli Kerr (157.49). Anche per loro una free dance molto poetica, sulle note dei Muse, abbastanza fuori dagli schemi cui ci avevano abituati. Eppure Sinead e John non sfigurano, anzi. Riescono a creare una grande atmosfera, accompagnando il pubblico sul ghiaccio con loro. Solo una sbavatura, nei temuti twizzles.

Quarta posizione per Elena Ilinykh e Nikita Katsalapov (153.48), anch'essi scuola Zhulin. Giovanissimi, 16 anni lei, 19 lui, si presentano su un classico del balletto: Don Quixote di Leon Minkus. Il programma è una ventata di freschezza, Elena è superlativa. Solo una piccola sbavatura in un sollevamento, quando la gamba di lei non riesce, per un istante, a scavalcare la testa di lui. Ma i ragazzi rimediano alla grande.

Recuperano ben 4 posizioni i nostri Federica Faiella e Massimo Scali, ma gli 88,74 punti conquistati, per un totale di 145,92, non bastano per raggiungere il podio. Un flamenco trascinante, pieno di passione e grinta quello di Federica e Massimo, che hanno voluto dimostrare di poter ancora dire la loro nel panorama della danza sul ghiaccio. Lacrime sul volto degli azzurri al termine del programma ispirato a Manolete, hanno gli occhi lucidi anche le allenatrici Natalia Linichuk e Paola Mezzadri dopo la prestazione appassionata dei due ragazzi. Lacrime di soddisfazione, ma anche lacrime amare probabilmente, di rabbia per la consapevolezza di aver buttato via una medaglia con gli errori nella short dance. E, pare, lacrime di addio, questo potrebbe davvero essere il loro ultimo Europeo.

Scendono al sesto posto i russi Ekaterina Riazanova e Ilia Tkachenko (145,05), autori di una libero trascinante e vivace ma forse un po' confuso sulle musiche di Mexico; pagano alcune imperfezioni, nella trottola di livello 2 come i passi in cerchio.

Simpatico il programma dei tedeschi Nelli Zhiganshina e Alexander Gazsi, che, interpretando i personaggi di un carillon, aprono subito con dei buoni twizzles, pattinando molto vicini tra loro. Buoni sia l'interpretazione sia gli elementi tecnici e nessuna evidente sbavatura nel loro libero, che ottiene 82,87 per un totale di 140,69 e la settima posizione finale; una crescita decisa nel panorama della danza quella degli allievi dell'esperto Martin Skotnicky.

Seguono, in ottava posizione, Nora Hoffmann e Maxim Zavozin. Programma energico e intenso quello della coppia ungherese, che pattina senza quasi prendere fiato. Niente male i twizzles e gli elementi tecnici in generale, anche per loro nulla di esageratamente innovativo ma in sostanza un programma che si addice al loro stile.

Un programma in crescendo anche quello dei francesi Carron/Jones, coinvolgente e trascinante. Bello e particolare il sollevamento iniziale, piacevole e veloce anche la trottola, twizzle invece poco riusciti, un po' incerti e distanti, anche la midline non è esaltante. 78,18 il parziale, 135,41 il totale degli allievi di Muriel Zazoui.

Frizzante anche se un po' confuso e non particolarmente originale negli elementi tecnici il libero della coppia ceca formata da Lucie Mysliveckova e Matej Novak, diversi i cambi di ritmo durante il programma, peccato per l'errore di Lucie sui twizzles. 80,98 il parziale 135,35 il totale.

E veniamo alle altre due coppie italiane. Scendono al sedicesimo posto Lorenza Alessandrini e Simone Vaturi (115,35) che interpretano con intensità e maturità il loro "Rocco e i suoi fratelli" ma pagano sui livelli dei twizzles e soprattutto della sequenza circolare di passi (livello 1), oltre a una detrazione per extended lift. Peccato, perché avevano prodotto sollevamenti particolari e difficili.

Stessa sorte per Federica Testa e Christopher Mior, che li seguono in classifica al diciottesimo posto con 112,64. Per loro una difficoltà in più, una ferita rimediata in allenamento alla mano di Christopher che infatti porta una vistosa fasciatura. Problemi su un sollevamento, che riesce parzialmente e perde preziosi livelli, anche la midline non è precisa. Purtroppo arrivano anche due detrazioni per extended lift.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Dom 30 Gen 2011, 01:48

Europei 2011: si avvera il sogno di Sarah Meier

Inserito il Sab, 29/01/2011 - 19:00.
1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Meier%20Europei%202011_1.thumbnail

Due argenti europei, nel 2007 e nel 2008. Poi due anni da incubo, costellati da infortuni. Quindi la decisione, smettere di pattinare e regalare un'ultima performance sul ghiaccio di casa. Senza aspettarsi troppo. Ma lottando comunque fino all'ultimo per conquistare quell'oro che si sogna fin da bambina. E poi... Fai uno short perfetto, sei terza, nel libero scendi in pista per ultima, esegui il programma della vita e quella medaglia, meritatissima, te la ritrovi al collo. Sembra la trama di un film. Invece è tutto vero, è il sogno di Sarah Meier.

Le note malinconiche de "L'amore ai tempi del colera" accompagnano la pattinatrice svizzera in una performance praticamente senza sbavature. Entrano le combinazioni 3Lz2T e 3F2T (filo errato), poi i due doppi Axel. Lo stadio esulta con un boato a ogni salto. Arrivano anche il secondo 3Lz, il 3S, un altro 3S (in combinazione con Toeloop semplice, ma pulito) e una bellissima layback. Sul kiss & cry è un misto di goia e sorpresa, e lacrime, naturalmente lacrime di gioia. L'emozione di una Sarah Meier incredula, pazza di felicità, poi come in sogno sul podio, la ricorderemo a lungo, ha dato luce, insieme alla bella rimonta di Carolina, a una gara troppo costellata di errori.

La medaglia d'argento va a Carolina Kostner che vince il libero (115.37) e porta a compimento una rimonta pazzesca. Non esente da errori il suo free sulle musiche di Debussy. L'azzurra esegue in apertura il 3F con step out (e comunque ha recuperato il salto, mai eseguito in gara quest'anno per i problemi al ginocchio), poi l'ottima combo 2A3T e l'eccellente 3S. I dolori arrivano sui due 3Lo, il primo in combinazione con 2T è sottoruotato, il secondo è anche caduto. Ottime le trottole, livello 4 su combinata e flying camel. Un po' inferiori al solito i passi, solo di livello 2 ma molto ben eseguiti. Interpretazione elegante e leggiadra, ben 62.10 per i suoi components. Un argento, anche questo, ricco di emozioni per tutti i fan in ansia dopo il sesto posto dello short; la nostra pattinatrice scende infatti prima nel suo gruppo, ad ogni avversaria il pathos monta mentre Carolina Kostner guadagna posizioni.

Scivola al terzo gradino del podio Kiira Korpi (105.91) leader dopo lo short. La finlandese pattina su musiche tratte da "Evita" ma già dall'inizio si capisce che non è in giornata. Step out all'arrivo del 3T d'apertura che avrebbe dovuto essere in combinazione con un altro 3T, mani giù e quasi caduta sul 3Lz, rovinosa caduta sul 3Lo. Kiira si riprende nella seconda parte e piazza 3S2T e 3Lo2T2Lo. Ma non basta. Il suo risulterà il quarto libero.

Stessa sorte anche per Ksenia Makarova (102.90), che dopo un buon inizio (3F, 3T3T, secondo toeloop sottoruotato) cade sul 3Lo. Salto maledetto, il secondo tentativo va addirittura a vuoto, zero punti. Chiude quarta (per lei il quinto libero).

Le sorprese della giornata sono Alena Leonova con le sue "Streghe di Eastweek" e Ira Vannut. La prima, scesa sul ghiaccio con grande grinta per rifarsi del corto che l'aveva relegata in un gruppo che non era da lei, vola al quinto posto piazzando il terzo libero (105.91 il suo punteggio) aperto da una splendida combo 3T3T, poi per lei 3 tripli Flip, due voluti (uno in combinazione col 2T) e uno che, nelle intenzioni avrebbe dovuto essere un Lutz (così le è stato dato) ma partito dal filo sbagliato. La seconda (99.76) non sbaglia praticamente nulla con 3Lz2T, 3Lz, 3F, 3Lo2Lo, solo il 2A è impreciso. Finisce settima in classifica generale. Solo 16 anni per la belga, ma che carattere! E che tecnica di salto!

Libero deludente, invece, per Viktoria Helgesson (96.96) che, partita con un buon 3Lz, sbaglia troppo e per giunta si ritrova per terra eseguendo un semplice incrociato (chiude la gara sesta) e per Elene Gedevanishvili (94.28), parecchi pasticci, lutz semplice e una caduta sul 3S degradato. Per lei l'ottava piazza.

Al nono posto, ed è un bel piazzamento per la nazione vicina, che in campo femminile aspetta da tempo un'atleta nelle prime dieci, la francese Maé-Bérénice Meite (138,74), un'altra sedicenne che promette bene. Potente ma ancora immatura, parte bene ma ha nel 3Lz la sua bestia nera oggi, con due cadute.

Male anche Valentina Marchei; quattordicesima nel libero, chiude in decima posizione in classifica generale con 137,44. Purtroppo Valentina si è trovata a pattinare con una caviglia malconcia, frutto di una storta presa nel riscaldamento di questa mattina. Il suo libero su musiche di Strauss comincia bene con un buon 3Lz, poi, però, arriva la caduta sul 3F, l'indecisione sul 3S (la mano sfiora il ghiaccio) e un'altra caduta sul secondo 3Lz che doveva essere in combinazione.
Comunque, con un secondo e un decimo posto, le tre entries il prossimo anno sono assicurate.

Undicesima la tedesca Sarah Hecken (137,43), che forse si aspettava di più, ma con tre salti sottoruotati e due cadute non poteva aspirare a miglior piazzamento.

La precede nel libero, ma si classifica al dodicesimo posto totale, la spagnola Sonia Lafuente (135,82) che cade sul 3F iniziale ma esegue poi un programma pulito.

E veniamo alla tredicesima pattinatrice della classifica, la sconosciuta estone Gerli Liinamae (133,73), quindicenne che viene dalle junior ed ha vinto il campionato nazionale quest'anno. E' ancora immatura, ma esegue in modo praticamente pulito il suo libero, il nono, mostrando una buona tecnica di salto. Un'altra delle giovani, insieme alla Vannut e alla finlandese Turkkila (altra junior, buona saltatrice, molto aggraziata, terminata quindicesima), messe in luce in questo Europeo post-olimpico.

Troviamo al 21.o posto la nostra terza rappresentante Alice Garlisi (112,36), che sbaglia davvero parecchio a livello tecnico, con una caduta sul 3T, il primo salchow doppio, 3Lo con step out e axel solo semplice. Buona invece la flying camel, di livello 4, anche la sequenza di passi è valida. I components buoni premiano la sua eleganza.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Ospite il Dom 30 Gen 2011, 01:53

Europei 2011: con Amodio e Joubert la Francia sul trono d'Europa

Inserito il Sab, 29/01/2011 - 23:55.
1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Amodio%20FP%202010_2011.thumbnail

Gara avvincente quella di questa sera, che ha visto trionfare i colori francesi. Festa grande oltralpe, bisogna risalire al 1961, con Giletti e Calmat, per trovare due pattinatori francesi sui due primi gradini del podio.

Florent Amodio si porta a casa il terzo libero (148.75), l'amore incondizionato del pubblico (ogni mossa un gridolino) e, cosa più importante, la sua prima medaglia d'oro continentale. Per il giovane talento due eccellenti tripli Axel, il secondo in combinazione con il 2T, una stupenda combinazione 3S3T, due tripli Lutz e un altrettanto valido 3F. Qualche problema sul 3Lo, fuori asse e arrivato con uno step out. Interpretazione originale e passi stupendi su medley di Michael Jackson, Florent dimostra di essere uno scatenato ballerino. Il suo totale, 226,86, vicinissimo al suo primato personale.

La medaglia d'argento va a quel vecchio volpone di Brian Joubert, che, con il primo libero (152.57) emula la rimonta della nostra Carolina, anzi fa anche meglio partendo dalla settima posizione. Brian esegue un libero grintoso (sulla nona di Beethoven) aperto con il 4T. Segue la combinazione 3A3T, ancora un 3A (ottimo), poi 3Lz2T2Lo, 3Lo (qui un'incertezza con l'appoggio della mano), 3Lz fantastico (se non l'avesse sbagliato nello short avrebbe avuto in mano il quarto titolo europeo), 3S ben tenuto. Chiude col più alto punteggio tecnico della serata e un totale di 223,01.
Siparietto finale, Amodio che al colmo dell'entusiasmo all'annuncio della vittoria salta letteralmente addosso a Joubert in un fraterno abbraccio.

La medaglia di bronzo va a un'altra vecchia conoscenza del circuito: Tomas Verner. Anche per lui libero sulle note dell'immortale Jacko. 149.69 il suo punteggio parziale, costruito su un ottimo 4T d'apertura, su due tripli Axel, il secondo atterrato decisamente meglio del primo anche se riesce ad attaccarci solo un toeloop semplice, due belle combo nella seconda parte del programma, 3F2T e 3Lz2T2Lo. Con 222,60, meno di un punto lo separa nel totale dal francese.

Ai piedi del podio si posiziona Kevin Van Der Perren. Il suo libero comincia con un 4T gigante, segue un ottimo 3A, poi 3F, 3Lo, 3S3T (il primo salto arriva molto avanti, impossibile fare la tripla), 3Lz, 3F2T e 3T. Insomma, sul settore salti nulla da dire, perfetto. Kevin paga nel secondo punteggio, solo 68.64, rispetto ai 75.86 di Amodio, 74.44 di Verner e 73.54 di Joubert.

Quinto Artur Gachinski che butta via (ma è in buona compagnia) un'occasione d'oro. L'allievo di Mishin presenta un programma in classico stile russo, aperto da un ottimo 4T. Poi arriva una caduta abbastanza inspiegabile sul 3A, il salto era arrivato, 3A ripetuto con esiti decisamente migliori ma senza combinazione, ben eseguiti due tripli Lutz, il primo in combo con il 2T. Forse Artur paga un po' in presenza scenica, il confronto con Amodio è schiacciante. 216,07 il suo punteggio.

Altro deluso di serata Michal Brezina, solo decimo nel libero. Michal comincia il suo "Americano a Parigi" con un eccellente 3A, poi il buio. Arriva una caduta sul 3F, segue un 2S (tentativo di quadruplo?). Brezina si risolleva con il secondo 3A in combo con 2T, poi riprecipita nel baratro con un'altra caduta sul Flip e un lutz doppio. Visibilmente provato a fine gara, forse la prolungata assenza dalle gare non gli ha permesso il recupero di una forma fisica adeguata. Alla fine risulterà ottavo con 201,39.

Sesta posizione per Samuel Contesti (204,88), che conferma il piazzamento dello short. L'azzurro parte benissimo, con un ottimo 3A, seguono 3F, 3Lz. Poi il secondo triplo Axel esce solo doppio. Samuel non si dà per vinto. Esce da una situazione non facile sul 3Lo (fuori asse ma tenuto), presenta un altro 2A e poi rischia il tutto per tutto presentando ancora il 3A. Arriva uno step out ma il salto c'è. In chiusura la combo 3S2T.

Settimo Konstantin Menshov (202,62), autore di una rimonta pazzesca. Quattordicesimo dopo uno short sciagurato, il campione russo in carica si conquista il quarto libero con un programma che, almeno a livello di salti, è stato fantastico. Due i quadrupli Toeloop. Il primo, gigante, in combinazione con il 2T. il secondo altrettanto sicuro. Benissimo anche su tutti gli altri elementi, 3Lz, 3A, 3S, 3Lo, 3T2T2T. Trascinante la sua sequenza di passi finale (anche per lui c'è lo zampino di Michael Jackson). Il suo TES è il secondo della gara, non altrettanto paganti i components.

Nono il "pirata" Javier Fernandez (199,65), forse pagato un po' poco, almeno in termini di components, dal pannello tecnico. Lo spagnolo parte con un ottimo 4T, poi esegue altrettanto bene 3A, 3Lz. Primi problemi sulla combo con il secondo 3A, il 3T che segue, infatti, viene atterrato con un evidente step out (rischio di caduta) ed è sottoruotato. Javier presenta quindi la sequenza 3Lz 2A, 3F e poi un 3S seguito da qualcosa di non ben definito, che voleva essere un 2T (comunque degradato). Sempre esilarante, oltre che ben pattinata, la sequenza di passi in cerchio in stile "ubriaco".

Il decimo posto va ad Alban Préaubert (196,15) che pattina abbastanza bene (due buone combo 3F3T e 3A2T, un altro bel 3A, solo il 3Lz ha una penalità per il filo e alla fine il 2A esce sporco) ottenendo l'ottavo libero.

Dodicesimo posto per Paolo Bacchini (178,34), autore del tredicesimo libero. Entra il 3A, sebbene atterrato maluccio, con l'appoggio di entrambe le mani. Ottimo 3Lz3T, errore evitabile (caduta) sul 3Lo. Poi Paolo si riprende con 3S3T, non entra il Flip (solo doppio), buono il 2A in chiusura, sempre interessante e sentita l'interpretazione.

Si lascia alle spalle i due svedesi, Adrian Schultheiss e Christoffer Berntsson, che chiudono in tredicesima e quattordicesima posizione. Se Adrian recupera tre posizioni tentando il 4T, sottoruotato, ed eseguendo un buon 3A, per Christoffer è un disastro, il suo libero è solo il 21.o, a livello di TES solo lo svizzero Walker fa peggio e lo salvano parzialmente i components. Due le cadute, sul secondo 3A e sul 3Lo, perde pure la rotazione sulla flying camel e la sua prova non ha neanche quella vitalità che lo ha sempre contraddistinto.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

1000 sports fuori di forum - Pagina 3 Empty Re: 1000 sports fuori di forum

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Torna in alto


 :: Notizie :: Sport

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum