Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Oggi ho letto questo...

Pagina 2 di 40 Precedente  1, 2, 3 ... 21 ... 40  Seguente

Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Sab 08 Gen 2011, 22:15

spia vomito

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Sab 08 Gen 2011, 23:36

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2011/01/08/visualizza_new.html_1643015444.html


Sfuma missione Belen-Canalis con La Russa


ROMA - Nessun commento diretto da parte di Elisabetta Canalis, Belen Rodriguez e Gianni Morandi, ma la conferma che il giorno della Befana sarebbero dovuti essere - come annunciato oggi dal quotidiano Il Secolo XIX - a colazione con i soldati italiani di stanza in Afghanistan insieme al ministro della Difesa Ignazio La Russa. Un modo per fare omaggio ai militari del nostro Paese per portare serenita' e un momento di festa. Era previsto appunto, il solo pranzo insieme ai soldati e nessun tipo di spettacolo da parte di quello che sara' lo staff del prossimo Festival di Sanremo a febbraio. Una breve trasferta in Afghanistan (era previsto il ritorno in Italia il giorno stesso) tenuta in gran segreto e poi ovviamente annullata dopo l'uccisione del caporal maggiore Matteo Miotto.

''Un'anticipazione del festival di Sanremo'' direttamente in Afghanistan, con Belen Rodriguez ed Elisabetta Canalis ad ''allietare la Befana dei militari italiani'' al seguito del ministro Ignazio La Russa nella sua visita ai soldati di stanza tra Herat e il Gulistan. E' questa, secondo quanto riporta oggi in prima pagina il Secolo XIX, l'operazione del titolare di palazzo Baracchini che sarebbe sfumata dopo l'uccisione del caporal maggiore Matteo Miotto.

Nel retroscena pubblicato dal quotidiano genovese si legge che l'idea sarebbe venuta a La Russa intorno al 20 dicembre. ''Mentre il presidente del Senato, Renato Schifani, si preparava a passare la vigilia di Natale a Herat insieme ai soldati e a Guido Crosetto, sottosegretario alla Difesa - scrive il Secolo XIX - il ministro contattava in gran segreto Elisabetta Canalis, buona amica di suo figlio Geronimo''. Un invito che sarebbe stato rivolto anche a Belen e al conduttore del festival 2011, Gianni Morandi: tutti avevano accettato, secondo quanto scrive il giornale. Tuttavia, la missione sarebbe stata annullata dopo la tragica notizia dell'uccisione del caporalmaggiore degli alpini, arrivata nell'ultimo giorno dell'anno.

LA RUSSA, IDEA BELEN-MORANDI DA STAFF SANREMO L'idea di una visita ai militari italiani in Afghanistan da parte di Gianni Morandi, Belen Rodriguez e Elisabetta Canalis era partita dallo staff di Sanremo. Lo spiega all'ANSA il ministro della Difesa, Ignazio La Russa. ''Loro - ricorda il ministro - ci avevano chiesto di poter incontrare il nostro contingente; io ho contattato per un parere i comandanti e, quando mi hanno detto che la cosa si poteva fare, ho dato parere favorevole all'operazione''. Come data, aggiunge, ''io avevo indicato un giorno di festa come l'Epifania, che mi sembrava indicato per l'evento e gli artisti si erano detti d'accordo, anticipando anche il ritorno dalle vacanze per l'occasione''. Tutto era quindi pronto per la 'spedizione' del trio di star di Sanremo ad Herat, ma poi la visita e' saltata dopo l'uccisione dell'alpino Matteo Miotto il 31 dicembre. ''A quel punto - osserva il ministro - non c'erano piu' le condizioni per un incontro festoso con Morandi, Belen e la Canalis. Vedremo - aggiunge - se la cosa si potra' riproporre in futuro''.


neutro neutro azzdici

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Sab 08 Gen 2011, 23:37

gli volevano ricordare di accendere la tv durante le 5 serate?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Sab 08 Gen 2011, 23:40

spia o di televotare

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Dom 09 Gen 2011, 17:22

‘Stanco del tuo cane? Spingilo al suicidio’
Il troll questa volta sta su Facebook


Il gruppo conta attualmente 440 membri. I due amministratori usano poche parole per descrivere il "servizio" che intendono offrire: "Ti forniremo numerosi consigli utili su come sbarazzarti del tuo cane in maniera del tutto legale". Oggi l'associazione Sos racket e usura ha sporto denuncia ai carabinieri

‘Stanco del tuo cane? Spingilo al suicidio’. Si chiama così il profilo dell’orrore aperto su Facebook e che attualmente conta 440 membri. Una pagina categorizzata alla voce ‘Cause ideali’, in cui amministratori e altri utenti si divertono condividendo immagini di cani massacrati o di cadaveri di animali a quattro zampe raccolti in una fossa. I due amministratori (Jj Dakota Power Bleeh e Grecia Bibidibobidibù), usano poche parole per descrivere il “servizio” che intendono offrire ai loro membri: ”Ti forniremo numerosi consigli utili su come sbarazzarti del tuo cane in maniera del tutto legale”. Un nuovo caso di troll? Nel gergo delle comunità virtuali troll è un soggetto che interagisce con gli altri utenti tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, con l’obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi. Provocazione o meno, l’associazione lombarda Sos Racket e usura ha deciso di rivolgersi alle autorità: “Questo sito della vergogna deve essere oscurato”.

“Non sai come liberarti del tuo cane in tutta legalità e coscienza? Vuoi un cucciolo di razza, ma quell’orribile vecchio bastardino sarebbe geloso? Devi andare in vacanza e la pensione è troppo costosa? Il tuo cucciolo fa pipì dovunque? Per questo e molto altro contattaci”. Così scrivono gli amministratori del gruppo. Peccato (per loro), che il tentativo non sia andato a segno. Dando una lettura veloce ai messaggi lasciati sulla bacheca, si nota come a prevalere siano il dissenso e l’indignazione: “Ma se vi piace essere notati, usate il porno”, scrive una utente. “Io rinchiuderei voi delinquenti in un canile. Delinquenti!”, scrive un altro.

Nonostante questo la pagina Facebook resta visibile. Molti i messaggi dei sostenitori: “Attenzione a tutti i membri – scrive un ragazzo – lunedì mega festa del gruppo al ristorante ‘In bocca al lupo’. Accorrete tutti! Dopo una bella cena a base di funghi allucinogeni e polpette avvelenate ci sarà il suicidio di massa del gruppo. Portate anche i vostri cani perché se il loro sacrificio potrà servire a qualcosa sono lieti di morire per un mondo migliore”.

Più volte il sito è stato segnalato agli amministratori di Facebook. Nonostante ciò nulla è cambiato. Per questo alcuni utenti si sono rivolti al sito dell’associazione lombarda, Sos Rachet e usura. E questa mattina il presidente, Frediano Manzi, s’è rivolto alle forze dell’ordine. “Ho presentato una denuncia ai carabinieri, per fare intervenire la procura e la polizia postale. Questo sito della vergogna deve essere oscurato”.

http://ilfattoquotidiano.it/2011/01/09/stanco-del-tuo-cane-spingilo-al-suicidiola-pagina-dellorrore-targata-facebook/85551/

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Dom 09 Gen 2011, 17:24

vomito

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Dom 09 Gen 2011, 17:27

Ero con dei ragazzi. Ho detto, tra una frase e un'altra, "...il caffè di Pisciotta". Sguardi interrogativi. Allora ho proseguito: "...sì, come il caffè al cianuro che prese Sindona...". Mutismo e facce impassibili. Dato che nessuno di recente è stato assassinato in carcere con un caffè e sia Provenzano che Riina godono di ottima salute non ho trovato altri esempi. La televisione trasmetteva negli anni '60 "I fratelli Karamazov" di Dostoevskij in prima serata, oggi è stato sostituito da "Il Grande Fratello" e dai "Cesaroni". Masi, il direttore della RAI, sopravvissuto ad Anno Zero, sarebbe licenziato in tronco se proponesse un romanzo di Gogol' o di Cecov in un orario di massimo ascolto.
L'ignoranza sul passato, da cui deriva il nostro presente e tutto quello che siamo, regna incontrastata. La nuova conoscenza è limitata nel tempo e nell'approfondimento. Un fatto, anche importante, oggi c'è, domani è dissolto, figlio del Nulla, realtà Usa e Getta. Il vocabolario della lingua italiana si è ristretto, si usano non più di mille parole e, quando è possibile, si accorciano i termini per comunicare più velocemente imitando Twitter e Feisbùk. Il prossimo passo sarà il linguaggio dei gesti.
La conoscenza e il linguaggio sono sempre meno condivisi tra le persone. Esistono ormai molte isole sociali separate l'una dall'altra e il fiume che le divide prende più forza nel tempo. Il risultato è l'esondazione nella vita quotidiana delle "conversazioni da bar". Una ipersemplificazione che tocca ogni cosa. La banalizza e la rende allo stesso tempo comprensibile, merce di facile scambio, anche se completamente oscura, priva di senso . Un territorio franco in cui si può socializzare, dire tutto senza dire nulla. Una torre di Babele all'incontrario, in cui si parla la stessa lingua per non comunicare, che ha occupato le televisioni, i giornali e i salotti delle nostre case. I demenziali talk show sono i programmi più seguiti perché si "capiscono". A pranzo, la domenica, con i parenti e gli amici, il conformismo dell'ignoranza condivisa è un tabù che non si può violare. Chi approfondisce tra un maccherone e un'insalata è un diverso e un rompicoglioni che non sa stare a tavola.

blog di grillo

http://www.beppegrillo.it/

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Dom 09 Gen 2011, 17:44

anny_skod ha scritto:‘Stanco del tuo cane? Spingilo al suicidio’
Il troll questa volta sta su Facebook



:incazz arrabbiato fucile

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Dom 09 Gen 2011, 17:47

spia con il mio post precedente ho dato ragione a Grillo

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da mafalda il Dom 09 Gen 2011, 18:29

panem et circenses, cibo e svaghi ..... un vecchio trucco di astuti imperatori romani per far sì che il popolo fosse contento con facili intrattenimenti e non s' impicciasse degli affari della politica .
ahimè tutto cambia affichè nulla cambi......... triste
mafalda
mafalda

Messaggi : 8513
Data d'iscrizione : 20.05.10
Età : 58

Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Dom 09 Gen 2011, 18:56

http://www.repubblica.it/cronaca/2011/01/09/news/aggredito_mario_adinolfi-11001052/?ref=HREC1-5


Aggredito il giornalista Mario Adinolfi
"Colpito con un casco, erano in otto"
Il blogger, direttore di The Week ed ex candidato alle primarie del Pd, denuncia: "Affrontato in strada da un gruppo di teste rasate". E ricorda: "Poche settimane fa Sallusti in tv disse: 'Vorrei che qualcuno lo picchiasse'". "Totale solidarietà" dal direttore del Giornale
di MARCO PASQUA



ROMA - Il giornalista e blogger Mario Adinolfi, ex candidato alle primarie del Pd, è stato aggredito nella serata di ieri, a Roma, da un gruppo di otto ragazzi, quasi tutti minorenni. Uno di loro aveva la testa rasata. Lo ha riferito nella sua pagina Facebook lo stesso Adinolfi, che si trova in una caserma dei carabinieri per sporgere denuncia. Adinolfi fa notare come questo episodio segua di poche settimane uno scontro verbale in diretta tv con il direttore del Giornale, Alessandro Sallusti: "Io vorrei che qualcuno lo picchiasse", aveva detto Sallusti.

L'aggressione è avvenuta intorno alle 23.30. "Mi trovavo ad attraversare la strada all'intersezione tra via dei Colli Portuensi, circonvallazione Gianicolense e via Gasparri", scrive il blogger direttore di The Week. "Quattro motorini, particolarmente euforici perché il sabato sera bisogna esserlo, decidevano di giocare alla caccia al pedone. Li ho mandati sonoramente a quel paese, sembrava la solita idiozia che si vive sulle strade romane, invece gli otto occupanti dei mezzi decidono di venire a sbarrarmi il passo mentre camminavo sulla piazzola di circonvallazione Gianicolense all'altezza del civico 390".

I ragazzi, giovanissimi, quasi tutti minorenni, lo hanno affrontato al grido di "er ciccione". A un certo punto, uno di loro gli ha sferrato un pugno sul labbro e un colpo di casco alla testa. "Anche otto contro uno, per fortuna, ho una mole convincente: sono grosso e so difendermi. Uno degli otto richiama all'ordine il 'Boccia', quello che mi ha colpito, inconfondibile nella sua testa rasata e dà l'ordine di ritirata. Il Boccia dice al suo complice in sella al motorino di coprire con il casco la targa. Troppo tardi, l'ho mentalmente appuntata", dice Adinolfi, che parla anche di tre testimoni presenti sulla scena dell'aggressione. Nessuno, però, sarebbe intervenuto per bloccare il gruppetto. Al pronto soccorso sono state "riscontrate ecchimosi, edema, ferite lacero-contuse".

Nel riferire dell'aggressione, Adinolfi si è soffermato sul duro scontro verbale avuto con il direttore del Giornale, durante il programma "Agorà" di Rai Tre, alla fine di dicembre. In quella sede, Sallusti gli diede del "cretino" e disse: "io vorrei che qualcuno lo picchiasse". Tre ore prima dell'aggressione, sabato sera, fa notare Adinolfi, Blob "ha rimandato in onda la scena in cui Sallusti si augura platealmente che io venga picchiato". Adesso, su Facebook, il blogger si chiede: "Che dite, ora che m'hanno picchiato sarà contento?".

Poi, però, puntualizza: "Chi mi ha colpito probabilmente neanche sa chi sia Sallusti, né io considero in alcun modo il direttore del Giornale mandante "morale" di questa aggressione. Certo che per la prima volta oggi sono andato a rivedermi il video che su YouTube riprende lo spezzone mandato in onda da Blob". In calce al video molti commenti di utenti che insultano Adinolfi e si augurano che venga picchiato.

"Abbiamo fatto una ricerca sulla targa del motorino usato dagli aggressori", spiega Adinolfi dopo aver presentato la denuncia ai carabinieri, "e si tratterebbe di ragazzi della zona di Torrevecchia. Ragazzi di periferia, ma non penso che si possano definire politicizzati. Certo, quando vedo una testa rasata, come era quella del giovane che mi ha picchiato, un'idea me la faccio. Quando mi ha colpito col casco", continua il giornalista, "gli altri ridevano e lo spalleggiavano. Uno ha urlato 'ciccione di merda della tv'. Per fortuna che ho reagito: sono pur sempre una persona di 160 chili".

"Non mi sento un martire politico", è la conclusione di Adinolfi, "ma certamente penso che dovremmo riflettere sulla violenza che viene trasmessa in televisione. La tv è un luogo in cui le opinioni sono forti. Adesso c'è un clima in cui ci si insulta troppo spesso". Per il giornalista, l'aggressione può essere messa in correlazione con i casi di violenza contro i diversi: "Si picchiano i gay, ma posso anche testimoniare, sulla mia pelle, che le persone obese sono spesso vittime di provocazioni. Una vera e propria 'obesofobia'. In entrambi i casi, siamo davanti ad un attacco al diverso: è quello che fa scattare la molla".

Quanto alla lite con Sallusti, Adinolfi dice: "Non credo che un ragazzino di 17 anni abbia coscienza di chi sia il direttore del Giornale. Però una telefonata di solidarietà da parte di Sallusti, oggi, me la aspetto". I carabinieri della stazione Monteverde Nuovo stanno già lavorando per rintracciare i proprietari del motorino usato dagli aggressori. Il reato ipotizzato sarebbe quello di lesioni.

In serata, il direttore del Giornale esprime "solidarietà totale" ad Adinolfi. "Mi spiace che qualcuno stia strumentalizzando un mio diverbio televisivo con Adinolfi con il quale ho avuto un acceso dibattito in tv nei giorni degli scontri studenteschi proprio sulla gravità di qualsiasi atto di violenza che non può essere in alcun caso minimizzato o giustificato", ha spiegato Sallusti. "Attribuirmi responsabilità morali per quanto accaduto è inaccettabile e ridicolo".

"Esprimo a Mario Adinolfi la mia solidarietà", ha dichiarato in una nota il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. "La violenza, qualsiasi ne sia la motivazione, non deve trovare spazio nella nostra città", ha sottolineato. Il giornalista ha ricevuto anche la telefonata di Walter Veltroni, che sfidò nelle primarie per la segreteria del Pd nel 2007.

(09 gennaio 2011)

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Dom 09 Gen 2011, 22:44

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/01/09/legittimo-impedimento-giovedi-il-verdetto-della-consulta/85602/



Legittimo impedimento, ultimi giorni di pressione sulla Consulta Tentativi di condizionamento di ogni tipo sui giudici della Corte Costituzionale. Il verdetto è atteso per giovedì Non è servito a niente, come era prevedibile, aspettare che passasse il fatidico 14 dicembre, giorno della controversa fiducia a Berlusconi. “Il clima politico surriscaldato”, per usare le parole del presidente della Consulta, Ugo De Siervo, è sempre rovente. Ora, come a dicembre, alla Corte viene dato un peso politico che non dovrebbe e non vorrebbe avere. Ma Bossi e la Lega si attaccano all’attuazione del federalismo e alla sentenza (prevista giovedì) per rinunciare o invece trascinare al voto anticipato Berlusconi. Martedì mattina ci sarà l’udienza pubblica sul legittimo impedimento “ad premier e ministri”, nel pomeriggio i giudici faranno (a porte chiuse), quello che si chiama un giro di tavolo, un confronto in vista della decisione, dopo settimane caratterizzate da pressioni e messaggi sulla “ delicatezza della decisione per le sorti della legislatura e del Paese”.

I membri della Corte hanno anche ricevuto una lettera da parte di un collega, che è musica per le orecchie del Cavaliere. La missiva, che caldeggia la costituzionalità dell’ultima norma ad personam, approvata per bloccare i processi di Berlusconi, è a firma di Luigi Mazzella. Quel Mazzella che a pochi mesi dalla decisione sul lodo Alfano, nel maggio 2009, invitò a cena nel suo appartamento romano, il presidente del Consiglio-imputato, il ministro Angelino Alfano, il sottosegretario Gianni Letta, il presidente della commissione affari costituzionali, Carlo Vizzini e il giudice Paolo Maria Napolitano, anche lui componente della Consulta e promotore di una causa civile contro Di Pietro.

La posizione di Mazzella non è isolata, anche se minoritaria. Qualcun altro della Corte vorrebbe la conferma del legittimo impedimento, facendo leva sulla temporalità di una norma che scade a ottobre 2011. Altrettanto minoritaria è la posizione di quei giudici che vorrebbero bocciare la legge perché viola il principio di uguaglianza e perché già il codice di procedura penale offre a tutti gli imputati (compreso Berlusconi) di avvalersi del legittimo impedimento per far rinviare un’udienza, se riconosciuto legittimo dal giudice. La maggioranza della Corte, però, a quanto ci risulta, è per quella che possiamo definire una mediazione giuridica, anche se non vuole sentir parlare di compromesso, ma di “legge costituzionale solo se interpretata in un determinato modo”. Lontano comunque, aggiungiamo noi, da quello degli avvocati del premier, Ghedini e Longo o dell’avvocatura dello Stato che oggi renderanno pubbliche le loro memorie a favore del legittimo impedimento ad hoc.

Se alla Consulta dovesse prevalere, come sembra, l’ipotesi di una sentenza interpretativa, vorrebbe dire che respingerebbe i ricorsi dei giudici milanesi dei processi Mediaset, Mills e Mediatrade, secondo i quali la legge è incostituzionale, ma allo stesso tempo fisserebbe i paletti: nessun automatismo del legittimo impedimento dietro un certificato del segretario generale di Palazzo Chigi, fino a 6 mesi consecutivi. Deve invece esserci la discrezionalità del giudice, tenendo presente anche un pronunciamento già espresso dalla Consulta ai tempi dei processi a carico di Cesare Previti. Nel “sindacare” sul legittimo impedimento di un esponente politico, il giudice deve conciliare l’agenda degli impegni istituzionali con le esigenze del processo. Non è escluso, però, che possa essere proclamata una illegittimità parziale della norma nella parte in cui riconosce come legittimo impedimento le “attività preparatorie e conseguenti nonché le attività comunque coessenziali alle funzioni di governo”. Il verdetto della Consulta dovrebbe essere emesso giovedì. Mercoledì, invece, è fissata la discussione sull’ammissibilità di sei referendum tra cui quello sull’abolizione del legittimo impedimento speciale, promosso dall’Idv.

Un referendum che non si terrebbe certamente soltanto nel caso in cui la Corte dovesse bocciare la legge, come ha fatto con i “ lodi” Schifani e Alfano. Ma se i giudici dovessero bocciarla parzialmente, allora dovrà essere l’ufficio centrale della Cassazione a decidere sulla possibilità di andare al voto. Se, invece, dovesse esserci la sentenza che a oggi viene data per favorita, ovvero quella interpretativa di rigetto, allora il referendum per abrogare il legittimo impedimento ci sarà. E potrebbe svolgersi mentre sono comunque ripresi i processi milanesi, con la difesa Ghedini-Longo che ogni volta cercherà di bloccare il processo presentando gli impegni del premier. Ma se la legge ridarà una certa discrezionalità ai giudici, potranno anche respingere alcuni impedimenti. Insomma o per via della Consulta, o per via referendaria, Berlusconi potrebbe tornare ad essere un imputato come gli altri, o quasi. Ma non si sa in quale veste, oltre che di imputato. Presidente del Consiglio o candidato?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 00:05

http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/veneziasfrattata-donna-che-esponeva-tricolore-a-raduno-lega-705539/

Venezia: esponeva il Tricolore durante i raduni della Lega, sfrattata


Stringe tra le mani uno sfratto esecutivo scaduto proprio nel giorno della celebrazione dei 150 anni del Tricolore italiano, la donna che per 15 anni con la bandiera nazionale ha salutato dalla sua casa in Riva Sette martiri a Venezia l’approdo settembrino della flotta del Carroccio.
Lucia Massarotto, 51 anni, non crede che strateghi della politica si siano ricordati dell’ira del Senatur (”il Tricolore lo metta nel cesso, signora”, disse Bossi dalla tolda Padana) alla vista del vessillo esposto. ”Penso che mi sia capitata – dice all’Ansa serenamente – quanto purtroppo succede a migliaia di altri italiani e a molti veneziani in particolare”.
La donna, due figli da mantenere con un’occupazione part-time in una struttura alberghiera, non ne vuole fare un caso personale anche se negli anni scorsi qualche volta era stata invitata come simbolo vivente di un particolare attaccamento a quei tre colori, a Reggio Emilia.
”Non chiedo nulla di particolare – sostiene ora – ho abitato qui 25 anni e penso che uno sfratto possa starci anche se addolora. Mi auguro che mi riconoscano il diritto a una casa. Ho già ovviamente fatto domanda al Comune e al sindacato inquilini e mi hanno detto che non dovrebbero esserci problemi. Non voglio essere una privilegiata”.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da camila il Lun 10 Gen 2011, 08:47




la nave affonda e i topi scappano? spia
camila
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 13:35

Legale Assange, da Usa mosse disperate


Domani udienza a Londra su estradizione fondatore Wikileaks


10 gennaio, 12:13





Oggi ho letto questo... - Pagina 2 0110103132525909_20110103

(ANSA) - ROMA, 10 GEN - La decisione di una corte federale
americana di intimare a Twitter la consegna dei dati personali
su Wikileaks e Assange e' 'una mossa disperata': lo ha detto il
suo avvocato, a 24 ore dall'udienza in Gran Bretagna sulla
richiesta di estradizione. La richiesta delle autorita' Usa
potrebbe essere collegata al video iracheno, in cui un
elicottero Usa spara sui civili. Intanto a Mosca il movimento
Mestnyye ha organizzato per domani una manifestazione
pro-Assange fuori dall'ambasciata britannica.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 14:11

io ricordo di aver visto un documentario tanti anni fa,all'inizio della guerra irachena,dove fecero vedere proprio i militari americani che da un aereo sparavano con i mirini sui civili a caso...lo ricordo benissimo perché mi rimase impresso.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 14:58

http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2011/01/04/news/perch_scrivo-10833269/

C'È CHI ha 85 anni e chi 32. Chi ha pubblicato ancora poco e chi tanto. Qualcuno ha vinto il Nobel, qualcun altro, forse, lo vincerà. Sono scrittori. Questa settimana El País Semanal, il settimanale del quotidiano spagnolo, ha chiesto a 50 autori: perché scrivete? Ognuno ha dato la sua risposta. Brevissima, come Umberto Eco, che icastico ha detto: "Perché mi piace". O più articolata, come quella, con digressioni autobiografiche, di Mario Vargas Llosa. Prendendo spunto da El País, e raccogliendo da lì alcune risposte, abbiamo rivolto lo stesso quesito anche ad altri. Qualcuno (Camilleri, Haddon, Marías) sostiene di non saper fare cose diverse dalla scrittura, o quasi. Per Ken Follett scrivere è il primo pensiero del mattino. Per Amélie Nothomb è come innamorarsi. Per Nathan Englander si tratta dell'unico modo di fare ordine nel caos. Colum McCann la prende come una sfida a immaginare quello che non è ancora accaduto. Antonio Tabucchi trova una risposta ponendo altre domande. Ma prima cita Beckett, che rispondeva semplicemente: "Non mi rimane altro".

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 16:44

Borghezio attacca i terremotati : "L'Abruzzo è un peso morto"

il parlamentare del Carroccio: "Il comportamento di molte parti delle zone terremotate è stato singolare, abbiamo assistito per mesi a lamentele e sceneggiate". Il governatore Chiodi: "E' male informato". Idv e Pd: "Affermazioni deliranti"

Borghezio attacca i terremotati "L'Abruzzo è un peso morto"
ROMA - "Questa parte del Paese non cambia mai, l'Abruzzo è un peso morto per noi come tutto il Sud. C'è bisogno di uno scatto di dignità degli abruzzesi. E' sano realismo padano". Il leghista Mario Borghezio consegna al programma KlausCondicio, in onda su YouTube, la sua ennesima uscita provocatoria. Lo fa attaccando la gente d'Abruzzo e la sua presunta passività per uscire dall'emergenza seguìta al sisma che ha provocato più di 300 vittime.


"Il comportamento di molte parti delle zone terremotate dell'Abruzzo è stato singolare, abbiamo assistito per mesi a lamentele e sceneggiate. Eccezioni ci sono dappertutto, ma complessivamente è stata un po' una riedizione rivista e corretta dell'Irpinia: prevale sempre l'attesa degli aiuti, non ci sono importanti iniziative autonome di ripresa. Si attende sempre che arrivi qualcosa dall'alto, nonostante dall'alto arrivi molto. Mi domando quale sarebbe stata la reazione degli abruzzesi nei confronti di un comportamento 'risparmioso' da parte dello Stato, con l'invio di aiuti a gocce come è per i veneti; questo - conclude - fa solo aumentare il senso di disaffezione dei veneti verso lo Stato centralista, credo che siamo ormai giunti ad un punto di rottura".

Molte le reazioni e tutte negative.
"Sono sorpreso dalle dichiarazioni di Borghezio che molto probabilmente è male informato sul ruolo e sui risultati dell'attuale gestione di due anni di governo del centrodestra - dice il presidente della Regione, Gianni Chiodi - Non voglio fare raffronti con altre situazioni italiane sia pure gravi, ma quello che è accaduto in Abruzzo credo sia una catastrofe che non ha eguali nel nostro paese".

Mi rifiuto di rispondere a tale affermazione che un esponente di un partito di governo, moralmente, non avrebbe mai dovuto fare" replica il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente.

Anche Pd e Idv attaccano l'europarlamentare leghista. "Borghezio chieda scusa immediatamente ai terremotati dell'Abruzzo perchè ha offeso la sofferenza dei vivi e il ricordo dei morti. Un peso morto per lo Stato e per gli italiani non sono gli abruzzesi, ma è Borghezio e i leghisti come lui" attacca il portavoce dell'Idv Leoluca Orlando. "Il governo sconfessi e chieda scusa per le deliranti dichiarazioni di Borghezio sull'Abruzzo" dice il senatore abruzzese Luigi Lusi del Pd.

Il presidente dei Verdi, Angelo Bonelli parla di "ribrezzo" perché "l'indignazione non basta per affermazioni che offendono la popolazione abruzzese e una tragedia nazionale che ha provocato vittime e distruzione". E annuncia sarà inviata una lettera a tutti gli eurodeputati dei Verdi europei invitandoli a non essere presenti in Aula la prossima volta che Borghezio prenderà la parola al Parlamento europeo, perché "non ascoltare queste affermazioni di Borghezio fa bene alla salute".

(10 gennaio 2011)

http://www.repubblica.it/politica/2011/01/10/news/borghezio_abruzzo-11046161/?ref=HREC1-7

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 18:51

http://www.repubblica.it/politica/2011/01/10/news/elimina_tribunale-11053791/?ref=HRER2-1

Tribunali dei minori, l'Idv denuncia
"Li hanno abrogati". Calderoli: "Non è vero"
Il presidente del gruppo di Di Pietro alla Camera, Massimo Donadi attacca il ministro della Semplificazione. "Quando non si riesce a far passare una riforma o una legge seguendo l’iter parlamentare, la Lega ricorre a sotterfugi". Il ministro: "Solo un errore informatico già corretto in Gazzetta Ufficiale"



ROMA- "Svista o malafede? In entrambo i casi un pasticcio. Alla faccia della semplificazione legislativa che si voleva creare". A sollevare il caso è il capogruppo alla Camera dell'Idv Massimo Donandi che chiama in causa il ministro leghista Roberto Calderoli e il suo provvedimento taglia leggi. Un'inziativa che, sostiene Donadi, ha avuto come conseguenza, voluta o meno è da capire, l'abrogazione del decreto istitutivo dei tribunali per i minori. "Un mero errore informatico già corretto in Gazzetta Ufficiale", risponde pacatamente il ministro Calderoli.

Questo l'iter della questione. Il decreto legislativo 212 del 13 dicembre 2010 (uno dei famosi provvedimenti taglia-leggi) abroga il regio decreto 20 luglio 1934, quello sull’istituzione e funzionamento dei tribunali per i minorenni ma non la legge di conversione 835 del 27 maggio 1935. Due gli scenari disegnati da Donadi: il primo è che Calderoli abbia "maldestramente" abrogato i tribunali minorili dal 16 dicembre. Il secondo, invece, prevede effetti meno drastici perché si suppone che l’abrogazione del decreto non intacchi la legge di conversione.

In verità, spiega Calderoli, "nell'allegato al decreto legislativo 212 del 2010, cosiddetto taglia-leggi, sono stati indicati per un mero errore informatico, riferimenti parziali che avrebbero potuto far pensare che ci riferisse al regio decreto legge istitutivo dei Tribunali per i minorenni. Per riparare al suddetto errore informatico è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 7/1/2011 una nota correttiva che chiarisce che non è avvenuta nessuna abrogazione in relazione al Tribunale dei minorenni".

Una spiegazione che taglia la testa alle paure espresse da Donadi che aveva parlato di conseguenze giuridiche devastanti. Adombrando la possibilità che in pratica non sarebbero più valide le sentenze emesse dal 16 dicembre in poi, quindi affidamenti, adozioni, provvedimenti sulla potestà dei genitori e tanto altro. "Una vera catastrofe giuridica e umana - spiega Donadi - Anche se il governo dovesse successivamente rimediare reintroducendo la norma, si andrà incontro ad un mare di ricorsi che creerebbe disfunzioni e contenziosi per anni".
(10 gennaio 2011)

spia neutro ma questi ce l'hanno almeno la licenza media inferiore per mettere mano alle nostre leggi?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 19:23

Se il Bambin Gesù dovesse rinascere oggi in Italia morirebbe di freddo. Non avrebbe una stalla per riparo, il calore di un bue e di un asino. La gente lo ignorerebbe. Troppo impegnata nello shopping del Santo Natale guidata da una cometa verso un ipermercato.
"Un neonato muore di freddo a Bologna e qualcuno anzichè chiedersi come nel 2011 in Italia possano ancora succedere cose del genere si scaglia contro la madre che lo ha partorito.Tutti gli anni si festeggia la nascita di un Bambinello che venne al mondo al freddo e al gelo in una stalla, riscaldato in una mangiatoia dal fiato di un bue e di un asinello. Ieri Gesù Bambino è morto di freddo, ma in altre parti del mondo è morto di fame, di malattia,di guerra, di incuria, ma soprattutto di indifferenza."


dal blog di grillo

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 19:29

come possiamo definirci un paese civile se facciamo morire così i nostri figli?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da camila il Lun 10 Gen 2011, 19:35

Don Gallo da Fazio ha detto:"l'indifferenza è l'ottavo peccato capitale"
Per indifferenza si lascia morire il prossimo di fame,di freddo, di solitudine
camila
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 20:58

Le tue CREDENZE diventano i tuoi PENSIERI

I tuoi PENSIERI diventano le tue PAROLE

Le tue PAROLE diventano le tue AZIONI

Le tue AZIONI diventano le tue ABITUDINI

Le tue ABITUDINI diventano i tuoi VALORI

I tuoi VALORI diventano il tuo DESTINO



Mahatma Gandhi

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Lun 10 Gen 2011, 21:18

http://www.repubblica.it/esteri/2011/01/10/news/papa_sicurezza_cristiani-11040589/?ref=HREC2-2

Il Papa: "No a monopolio Stato su scuole
Sicurezza per cristiani in Medio Oriente"
Nel discorso d'inizio anno al corpo diplomatico Benedetto XVI ha parlato anche della "minaccia" che l'educazione sessuale e civile, impartita nelle scuole di alcuni Paesi europei, costituisce per la libertà religiosa. E su simboli religiosi e feste: "Basta a veti"

....................................................................
...................................................................
....................................................................

Educazione sessuale e libertà religiosa. L'educazione sessuale e civile impartita nelle scuole di alcuni Paesi europei costituisce una minaccia alla libertà religiosa, secondo il Papa: "Proseguendo la mia riflessione - ha detto Ratzinger nella sua ampia disamina sulla libertà religiosa - non posso passare sotto silenzio un'altra minaccia alla libertà religiosa delle famiglie in alcuni Paesi europei, là dove è imposta la partecipazione a corsi di educazione sessuale o civile che trasmettono concezioni della persona e della vita presunte neutre, ma che in realtà riflettono un'antropologia contraria alla fede e alla retta ragione".


......................................................................
....................................................................
.....................................................................

spia spia spia

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Ospite il Mar 11 Gen 2011, 11:13

Informazione nel Regno Unito, il governo allarga le norme sulla libertà di stampa

Uno dei punti decisivi è rivedere le leggi sulla diffamazione. Il vice primo ministro Nick Clegg: " Cittadini e le aziende devono poter proteggere la loro reputazione. Ma vogliamo che i giornalisti non abbiano paura nel pubblicare le loro inchieste"


Il vice primo ministro del governo Cameron, il liberal-democratico Nick Clegg, ha proposto di estendere ulteriormente le norme sulla libertà di informazione e la protezione della stampa, in un disegno politico mirato a rendere gli organi governativi più trasparenti agli occhi di tutti.

Dopo la pubblicazione di tutti i registri che documentano nei dettagli le spese governative – comprese quelle per la difesa – ora la coalizione di governo, per bocca del vice premier, intende estendere i limiti del FOI (Freedom of Information laws), già tra i più avanzati in Europa. La normativa che regola la Freedom of Information prevede il diritto del cittadino a chiedere e ottenere informazioni di tipo governativo che riguardano una vasta gamma di provvedimenti, a eccezione delle informazioni secretate, per esempio, per motivi militari o di sicurezza nazionale.

Le norme attualmente vigenti, descritte dal Freedom of Information Act del 2000, comprendono una lista di organi tra cui i dipartimenti dei comuni locali e del governo centrale. Clegg, con la sua proposta, vuole estendere il FOI a centinaia di altri organi, come l’associazione degli ufficiali di polizia, gli ombudsman finanziari e gli uffici di ammissione delle università. “L’attuazione della libertà di stampa sta nella sua capacità di scoprire la verità, rivelando i ciarlatani e gli interessi nascosti,” ha detto il vice premier.

Tra le sue proposte, ha anche chiesto di abbassare da 30 a 20 anni il limite massimo entro il quale i documenti governativi segreti possono rimanere tali – idea già avanzata dal precedente governo, ma mai messa in atto. In un discorso tenutosi venerdì a Londra, il vice primo ministro ha affermato che i primi progressi a favore della libertà di informazione erano già stati compiuti dai laburisti. “Ma poi quel progresso si è arenato,” ha detto, aggiungendo che ci sono ancora troppe eccezioni che non rientrano nelle normative FOI, “mentre l’informazione rimane dietro troppi ostacoli burocratici”.

Clegg ha poi affermato di voler riformare le leggi sulla diffamazione e sulla libertà di stampa: “Le leggi inglesi sulla diffamazione hanno un effetto che fa rabbrividire il dibattito scientifico e il giornalismo investigativo. Certamente, i cittadini e le aziende devono essere in grado di proteggere la loro reputazione da false accuse. Ma vogliamo che accademici e giornalisti non abbiano paura nel pubblicare le loro legittime ricerche.”

Facendo un chiaro riferimento alla battaglia legale su WikiLeaks, ha poi aggiunto: “Non è giusto che accademici e giornalisti vengano spinti al silenzio dalla prospettiva di costose battaglie legali contro ricchi individui e grandi aziende. E nemmeno che alcuni riescano a sfruttare queste leggi dall’estero, portando processi contro imputati esteri qui nei nostri tribunali. “E’ una farsa che il Congresso americano si sia sentito in dovere di legiferare per proteggere i suoi cittadini dalle nostre leggi.”

La proposta è stata recepita positivamente nel Regno Unito. Daniel Hamilton, direttore della Ong che si occupa di libertà di informazione e persecuzione della stampa Big Brother Watch, ha commentato: “Questo è un passo molto significativo per migliorare la trasparenza nel governo. Il pubblico ha diritto di ottenere informazioni rapidamente e senza essere intralciato dalle lungaggini burocratiche. Chi si oppone a questa manovra ha qualcosa da nascondere.” Lo scorso novembre, il governo ha reso di pubblico dominio i registri che documentano nei dettagli tutte le spese governative, dalla manutenzione dei computer alle spese pasto.

Francis Maude, ministro incaricato della pubblicazione, aveva detto in quell’occasione: “Voglio che i cittadini siano in grado di controllarci per quello che facciamo e, pubblicando i dettagli delle spese del governo, i contribuenti saranno in grado di vedere esattamente come spendiamo i loro soldi. Intendiamo promuovere la trasparenza affinché le informazioni siano disponibili e reperibili nel modo più semplice possibile.”

di Davide Ghilotti

http://ilfattoquotidiano.it/2011/01/10/informazione-nel-regno-unito-il-governo-cameron-allarga-le-norme-sulla-liberta-di-stampa/85574/


sti comunisti snob

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Oggi ho letto questo... - Pagina 2 Empty Re: Oggi ho letto questo...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 40 Precedente  1, 2, 3 ... 21 ... 40  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.