Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

 :: ARTI :: Libri

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da duful il Ven 11 Mar 2011, 23:20

comprato! Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 62243

è davvero piccolo, non mi ci vorrà molto a leggerlo Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 498557
duful
duful
mengonella
mengonella

Messaggi : 19862
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 61
Località : Pisa

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da Therese il Sab 12 Mar 2011, 23:04

Comincio con il commento al primo monologo, quello su Beatrice e Dante il Canappione Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 797847

Spoiler:
Ho trovato questo monologo molto ben scritto.
Il bello è proprio nello stile e nel ritmo del racconto piu' che nella storia in sè.
L'idea di una Beatrice cartomante che conosce il futuro e fa avanti e indietro fra il suo e il nostro mondo è davvero geniale e consente a Benni di lanciarsi in battute esilaranti e gustosi parallelismi fra i nostri tempi e il MedioEvo dantesco....
La prima volta che l'ho letto ci ho messo un po' a capire cosa stava succedendo...un momento prima si parlava di poeti e conventi e un attimo dopo di lifting ed Erasmus... Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 516693

e quindi scopriamo che alcune cose non cambiano...i personaggi importanti del tempo (i poeti di Beatrice o i nostri politici) sono alla fine dei grandi ipocriti
"..se ne scelgono una da angelicare e poi vanno a troie.."
"..evviva la famiglia, i valori cristiani, e poi tutti a trombare in giro.."

mentre alcune cose sono diverse e sono queste, forse, che Beatrice ci invidia...per esempio la vita sociale e la libertà di pensiero e azione delle donne..
"..a 19 anni al Medioevo si è già in anticamenra da zitelle...a venticinque anni, zitelle, carampane o tisiche..."
"..se non si va d'accordo con babbo e mamma mica ci si impasticca, mica si va all'estero con l'Erasmus, mica dallo psicalanista, mica in college. Noi si va di corsa di convento...."

E Beatrice vorrebbe ribellarsi al suo destino di donna angelicata e non le va di aspettare che quell'imbranato di Dante faccia il primo passo..."io sono una donna mica una serenata"
E cosi', se alla fine ha pur dovuto imparare a camminare composta ad occhi bassi, perchè quelli sono i tempi in cui vive, di sguincio butta l'occhio sui bei ragazzi...e sogna di poter essere lei a scegliersi il destino invece di essere costretta a sposare qualcuno che non ama e magari "schiattare al primo parto"
"..E chi l'ha detto che devono scegliere loro?...d'ora in avanti i poeti ce li scegliamo noi. Tu a me non mi canti. Mi faccio cantare dal DeAndre"

E cosi', visto che Dante dice di lei che PARE tanto gentile e onesta, Beatrice sceglie la libertà...
"Vai Beatrice che è una bella notte avventurosa..."


Ultima modifica di Therese il Lun 14 Mar 2011, 23:58, modificato 1 volta
Therese
Therese
mengonella
mengonella

Messaggi : 12739
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 47
Località : Belleville

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da Alux il Lun 14 Mar 2011, 21:13

Letti i primi cinque monologhi. Al momento il giudizio complessivo è positivo, eccetto per uno che mi ha infastidita. Li commento separatamente, così ognuno può leggere fin dove è arrivata, senza pericolo di incorrere in spoiler sereno
Beatrice
Spoiler:
Quoto Therese sisi Al momento mi sembra uno dei più riusciti. Interessante la prospettiva di Beatrice, da sempre relegata al ruolo di tappezzeria, proiezione dei sogni maschili sull'angelo intoccabile e portavoce delle idee dantesche, anche in Paradiso (e non poteva essere altrimenti, visto che le parole in bocca gliele mette lui scusa ). Mi piace anche lo stile, ironico ma non sboccato, anche nei passaggi più allusivi, adatto a questa ragazza-quasi donna medievale, ancora troppo presa dai ragazzi per essere davvero una donna indipendente, ma con la speranza che lo diventi presto. Adorabile la chiusa "Fior di prugnola/ le mie poesie me le scrivo da sola" risata

La mocciosa
Spoiler:
Lo stile si adatta al linguaggio ggiovane ma senza diventare banale (à la Moccia, ad esempio) prendendolo in giro ma senza calcare troppo la mano. La ragazza però mi pare troppo stereotipata, non penso ci siano davvero ragazzine così. O almeno spero spia

La canzone dell'amor rifatto è bellissima risata

La presidentessa
Spoiler:
A quanto ho letto molte l'avete trovato irritante. A me invece è piaciuto. Lei è stronza, senza possibilità di riscatto. E' intelligente e subdola, priva di sentimenti. Perché purtroppo anche le donne si fanno corrompere dal potere, dai guadagni. Non sono migliori per natura, non restano incontaminate come taluni sembrano ancora oggi pensare, e ritengo sia giusto farlo notare. Forse quest'osservazione nasce dal fatto che giusto sabato ho discusso con un signore che riteneva che una donna del mio paese, indagata per truffa ai danni dello stato, non poteva aver agito da sola ma agiva sicuramente pilotata da un marito o da un uomo a lei vicino. Come se le donne fossero delle povere sceme indifese incapaci di architettare e mettere in atto un piano simile spia
Vabbè, basta, comunque mi è piaciuto. E m'è piaciuta pure la similitudine con la minestra che sta preparando per farcela mangiare.

Suor Filomena
Spoiler:
Non m'è piaciuto. Fa uso di una comicità grottesca, che non apprezzo e non ho mai apprezzato. Non capisco perché spesso le suore vengano rappresentate con questo stile. Forse perché hanno il corpo nascosto e quindi tanti scrittori o attori comici trovano divertente farle ruttare e comportare come un personaggio di una brutta sit com neutro

L'attesa
Spoiler:
Bello. Non racconta una storia, riporta su carta i pensieri che sono quelli di chiunque aspetti qualcosa o qualcuno. Forse il meno "femminile" di questi monologhi (ma ne mancano ancora 3, quindi non so...)
è tempo perso questo aspettare? o è il tempo più necessario e prezioso, il prezzo che dobbiamo pagare all'affetto, alla cura, alla fratellanza?
me lo chiedo anch'io... nonso
Alux
Alux

Messaggi : 11510
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 40

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da DarkLullaby il Lun 14 Mar 2011, 22:58

Finalmente anch'io sono riuscita a comprarlo scusa

Dunque...
Spoiler:

Beatrice è quello che mi ha divertito di più fra tutti sisi mentre quello che mi è piaciuto meno (anzi, per niente) è quello di Suor Filomena: quello non è il tipo di cose che mi fa ridere neutro

@Alux
Riguardo a La mocciosa: le ragazzine non sono tutte così ovviamente, però in alcune corrispondenti a questa tipologia mi ci sono imbattuta personalmente fatica

DarkLullaby
DarkLullaby
mengonella
mengonella

Messaggi : 4113
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 45
Località : Milano

http://www.beachofstone.it

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da Therese il Lun 14 Mar 2011, 23:52

Proseguo con i commenti...

La mocciosa
Spoiler:
mi è piaciuta, nonostante la vicenda e il carattere della ragazzina siano molto estremizzate. Certamente fa riflettere, e ti lascia con tremito di inquietudine, perchè temi che una situazione del genere possa essere drammaticamente molto vicina alla realtà.
Il vuoto agghiacciante in cui vivono le ragazze del racconto è sempre piu' vicino alla realtà.
Vengono a mancare anno dopo anno tutti quei i punti di riferimento che erano in grado di fornire valori positivi, e che le nuove generazioni prendevano ad esempio.
la scuola, la società, gli stimoli culturali, il coinvolgimento politico, l'oratorio...tutto si allontana, si deteriora, si sporca...
Se poi a queste giovani generazioni viene a mancare anche una famiglia solida in grado di trasmettere dei valori positivi, il rischio del nulla si avvicina paurosamente...e resta la tv con i suoi mostri...
Bello soprattutto lo stile del racconto: un attimo prima si ride di gusto e un attimo dopo non c'è piu' niente da ridere....mi ha ricordato la Vita è bella di Benigni...quando l'ho visto al cinema ho provato lo stesso stato emotivo altalenante fra riso e pianto...

La presidentessa
Spoiler:
questo mi è piaciuto meno, il personaggio a me pare poco credibile, mi pare una macchietta...è vero che anche una donna puo' essere stronza quanto e piu' di un uomo ma questo cinismo è troppo esasperato e sfocia nel ridicolo....anche l'idea della minestra finale non mi fa ridere e mi pare un po' debole
La struttura del racconto mi pare simile alla "mocciosa", ma quello l'ho trovato efficace e coinvolgente mentre questo non mi ha trasmesso nulla....

Suor Filomena
Spoiler:
questo non l'ho capito. qual è il senso del racconto? una suora che mena invece di benedire? una suora molto terrena e poco "divina"? E quindi? cosa c'è da ridere o da riflettere? Ho conosciuto diverse suore "molto terrene" e "normali" e non erano una macchietta come questa. Non l'ho capita.
Therese
Therese
mengonella
mengonella

Messaggi : 12739
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 47
Località : Belleville

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da Alux il Mer 16 Mar 2011, 11:23

Finito ieri sera, ho letto i vostri commenti
anny_skod ha scritto:
Spoiler:
quello che mi piace di questo libro è che oltre a rappresentare tante donne tutte diverse per epoca,stile,modo di vivere e di pensare,é che sono raccontate talmente bene che ti viene subito da proiettarle nella tua mente e di immaginarle,nessuna storia é 'debole',sono tutti personaggi molto forti.
Vero, ho avuto anche io questa sensazione sisi Anche se sono storie di poche pagine, non è difficile immaginare le diverse protagoniste sisi

@Zoe ha scritto:
Spoiler:

Inoltre, da parte mia, che amo molto sia andare a teatro sia leggere testi teatrali, ho avvertito ad ogni pagina la mancanza della fisicità della rappresentazione sulla scena. A differenza di altre opere che per me sono autonome in sé, ho avuto la percezione che questo testo letto perda tantissimo e che un attore sulla scena potrebbe dare vivacità a certe battute che sulla pagina mi sembrano un po' facilotte scusa
Quoto.
Spoiler:
Penso che la sua forza risieda nella rappresentazione teatrale, su carta si perde molto dello spirito con cui certe battute sono scritte. Probabilmente in teatro i due racconti che mi sono piaciuti meno (Suor Filomena e Vecchiaccia) mi avrebbero fatto un altro effetto...

@Sele ha scritto:
Spoiler:

E poi c'è la poesia Amour Monet che mi ha lasciata un pò così confuso ero tutta presa dall'atmosfera romantica e il finale mi ha un pochino spiazzata :stupore
Spoiler:
Penso che la forza di questa poesia/canto stia proprio nel finale sisi Senza l'annegamento sarebbe stata una descrizione troppo romantica per i miei gusti, e forse troppo cliché. Così invece diventa un racconto dolceamaro descritto con ironia, e per fortuna senza toni tragici scusa

Gli ultimi 3 monologhi li commento tutti insieme
Spoiler:
Di Vecchiaccia mi è piaciuto il racconto, ma non lo stile. Ritorna quel gusto per il grottesco realistico che, per mio gusto, non mi piace. Ma non è una colpa dello scrittore, è il suo stile e va bene così, sono io che non apprezzo...
Volano è uno dei più riusciti, malinconico ma speranzoso. Descrive benissimo una realtà tanto triste quanto diffusa triste Quelle lucine azzurre degli schermi televisivi hanno sostituito il focolare attorno a cui ci si riuniva, con la differenza che adesso si è soli di fronte allo schermo, soli anche quando si è in compagnia triste
La donna licantropo è interessante ma è il solo monologo che ho trovato affrettato nella chiusura. Avrebbe avuto bisogno forse di più respiro.
Alux
Alux

Messaggi : 11510
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 40

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da Ospite il Dom 20 Mar 2011, 19:25

@alux ha scritto:
Spoiler:
Di Vecchiaccia mi è piaciuto il racconto, ma non lo stile. Ritorna quel gusto per il grottesco realistico che, per mio gusto, non mi piace. Ma non è una colpa dello scrittore, è il suo stile e va bene così, sono io che non apprezzo...
Volano è uno dei più riusciti, malinconico ma speranzoso. Descrive benissimo una realtà tanto triste quanto diffusa triste Quelle lucine azzurre degli schermi televisivi hanno sostituito il focolare attorno a cui ci si riuniva, con la differenza che adesso si è soli di fronte allo schermo, soli anche quando si è in compagnia triste
La donna licantropo è interessante ma è il solo monologo che ho trovato affrettato nella chiusura. Avrebbe avuto bisogno forse di più respiro.

concordo su tutto,Volano mi è piaciuto più di tutti ad essere sincera.Comunque le diverse storie raccontate ognuna in poche pagine,da una parte possono essere viste in modo positivo,perché é come leggere tante storie di tante donne in un solo libro,però può essere allo stesso tempo un punto negativo,perché non ti porta a seguire costantemente la storia,proprio perchè sai di leggere tante piccole storie,e quindi di non poter perdere il filo.Su questo ci perde...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da Ospite il Dom 20 Mar 2011, 21:32

@Zoe ha scritto:
Spoiler:
Non sono del tutto d'accordo: una raccolta di monologhi non può tratteggiare temi e personaggi così come potrebbe accadere in un maggior numero di pagine. Però non è la dimensione del libro a fare la differenza. Non intendevo dire che i personaggi siano poco approfonditi perché trattati in uno spazio troppo breve, piuttosto che leggendo ho l'impressione che i personaggi e i temi siano un pretesto per un esercizio di stile (tragicomico, surreale, paradossale…) e non che lo stile sia al servizio del tema, insomma che i personaggi siano uno spunto per le battute e non viceversa… Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 98994 Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 98994 Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 98994 Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 98994
Però questa è semplicemente la mia impressione, legata molto ai miei gusti letterari e alla mia sensibilità Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 905948
Quindi se riuscirai a vedere la presentazione, facci sapere: sicuramente ci potrebbero essere ulteriori spunti di riflessione Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 440701

Quoto. Zoe lo ha scritto così bene che non sento bisogno di spiegarlo meglio Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 459537
Spoiler:
Per ora ho letto fino a L'attesa e ho trovato solo maschere.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da ziggy il Dom 20 Mar 2011, 21:57

Pancaspe ha scritto:
@Zoe ha scritto:
Spoiler:
Non sono del tutto d'accordo: una raccolta di monologhi non può tratteggiare temi e personaggi così come potrebbe accadere in un maggior numero di pagine. Però non è la dimensione del libro a fare la differenza. Non intendevo dire che i personaggi siano poco approfonditi perché trattati in uno spazio troppo breve, piuttosto che leggendo ho l'impressione che i personaggi e i temi siano un pretesto per un esercizio di stile (tragicomico, surreale, paradossale…) e non che lo stile sia al servizio del tema, insomma che i personaggi siano uno spunto per le battute e non viceversa… Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 98994 Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 98994 Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 98994 Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 98994
Però questa è semplicemente la mia impressione, legata molto ai miei gusti letterari e alla mia sensibilità Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 905948
Quindi se riuscirai a vedere la presentazione, facci sapere: sicuramente ci potrebbero essere ulteriori spunti di riflessione Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 440701


Quoto. Zoe lo ha scritto così bene che non sento bisogno di spiegarlo meglio Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 459537
Spoiler:
Per ora ho letto fino a L'attesa e ho trovato solo maschere.
Spoiler:
quoto entrambe.
Ho finito di leggerlo e devo dire che alla fine ho confermato la prima impressione.
Pan le chiama 'maschere' io li avevo chiamati 'stereotipi' cmq il significato che intendevo dargli era lo stesso.
Alla fine l'unico che mi è piaciuto realmente è 'L'attesa' forse perchè mi sono ritrovata nella descrizione perfetta che fa dello stato d'animo quando aspetto il figlio adolescente che rientra tardi la notte fatica
ziggy
ziggy
mengonella
mengonella

Messaggi : 3929
Data d'iscrizione : 20.05.10
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da Alux il Dom 20 Mar 2011, 23:54

Pancaspe ha scritto:
Quoto. Zoe lo ha scritto così bene che non sento bisogno di spiegarlo meglio Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 459537
Spoiler:
Per ora ho letto fino a L'attesa e ho trovato solo maschere.
Spoiler:
Ma che presenti delle maschere mi pare palese sin dalla prima pagina, non racconta storie di donne specifiche, è un racconto per "tipi". Già la copertina suggerisce la struttura del libro.
Il problema, dal mio punto di vista e secondo i miei gusti, è che lo stile a volte risulta un po' forzato, specialmente su carta. Mi fa pensare a una commedia dell'arte dei nostri giorni, dove vanno in scena tot stereotipi, ma l'esperimento è riuscito solo a metà.
Alux
Alux

Messaggi : 11510
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 40

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da camila il Mer 23 Mar 2011, 09:50

Eccomi,ci sono...penso che posso ormai inserire un commento unico,senza che l'opera omnia marrana (nel senso di Marra risata ) mi piombi tra capo e collo,immagino che abbiate terminato il libro...

Spoiler:
Condivido molti dei vostri commenti:fin dal primo racconto si intuisce che "manca" la recitazione,che i monologhi scritti per il teatro sono un pò "appiattiti " sulla carta,e non è sempre così,anzi...
La Beatrice mi è piaciuto,è divertente la contrapposizione tra l'immagine che il mondo,o gli uomini si sono fatti di lei e la sua reale natura,i suoi veri desideri..forse è quello che mi è piaciuto di più
Quello che mi è piaciuto meno,anzi per nulla è Suor Filomena...mi ha ricordato alcune commedie boccaccesche degli anni settanta,anacronistico e pretestuoso...proprio no
Come Ziggy anch'io mi sono molto immedesimata nella donna ,ne L'attesa..un'attesa continua del ritorno,dei passi che ti rassicurino,nel mio caso spesso dell'apparire dei fari all'angolo della strada,o del SMS che dice "sono a casa,tutto ok"
Alux dice che questo le sembra il meno "femminile" dei monologhi...probabilmente la differenza tra il mio e il tuo sentire è tutto nella differenza di età e di storia personale amici
La presidentessa:ahinoi,è un personaggio caricaturale,grottesco ma purtroppo secondo me si ispira a alcune donne di potere che fanno del cinismo la loro arma principale per consolidare posizione e successo.
La mocciosa:anche questo personaggio è molto "caricato",ma basta fare un giro su pagine FB di adolescenti e si comprende quanto ci sia di realistico,purtroppo !
La Vecchiaccia:pur di non mostrare la sua debolezza di donna ormai disfatta,malata,anziana e sola,strepita e inveisce,solo nel sogno ritrova l'antica bellezza e libertà di essere sincera con gli altri e sè stessa...
Volano:questo forse è l'unico che può essere un racconto a sè stante,si può leggere senza immaginarlo recitato...molto malinconico ma poetico,con una sorta di riscatto finale...Quelli che non ascoltano un piano di notte...che non credono che i vecchi possano avere le ali...forse non salteranno mai giù da un ultimo piano.Ma se lo faranno ...nessuno volerà a salvarli
la signorina licantropa:non mi è dispiaciuto,ho intravisto una metafora sulla diversità.Lei è diversa ma sta imparando ad accettarsi,a convivere con il suo handicap sorriso ...il problema è che si vede sempre diversa negli occhi degli altri,e non riesce a liberarsi del tutto,a viverla serenamente
camila
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da Alux il Mer 23 Mar 2011, 10:22

@camila ha scritto:Eccomi,ci sono...penso che posso ormai inserire un commento unico,senza che l'opera omnia marrana (nel senso di Marra risata ) mi piombi tra capo e collo,immagino che abbiate terminato il libro...

Spoiler:

Come Ziggy anch'io mi sono molto immedesimata nella donna ,ne L'attesa..un'attesa continua del ritorno,dei passi che ti rassicurino,nel mio caso spesso dell'apparire dei fari all'angolo della strada,o del SMS che dice "sono a casa,tutto ok"
Alux dice che questo le sembra il meno "femminile" dei monologhi...probabilmente la differenza tra il mio e il tuo sentire è tutto nella differenza di età e di storia personale amici
Potevi scrivere il commento unico anche prima, l'importante è metterlo in spoiler e possibilmente segnalare fino a che punto del libro si commenterà sisi Capisco che su "Le Beatrici" c'è ben poco da spoilerare, ma nel caso che il prossimo libro fosse un giallo nessuno vorrebbe imbattersi per sbaglio in commenti tipo "oh my god, non ci posso credere che l'assassino è il maggiordomo!!!" risata occhiolino
Spoiler:
forse mi sono spiegata male dubbio quando dico che è il meno femminile intendo che è quello più universale, nel senso che l'angoscia dell'attesa la provano tanto gli uomini quanto le donne. L'ho visto su mio padre, a maggior ragione quando è rimasto solo a crescere due figlie post adolescenti. Forse più che "il meno femminile" avrei dovuto dire che è anche maschile sereno
Alux
Alux

Messaggi : 11510
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 40

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da camila il Mer 23 Mar 2011, 13:16

@ Alux : grazie della precisazione bacio

Spoiler:
Non avevo capito...mi confermi che forse quel monologo è quello in cui è più facile riconoscere esperienze della propria vita:
certo qualcuno ha aspettato anche noi,e forse non ce ne siamo mai accorti...
...e noi non conosceremo mai il dolore del suo tempo,i suoi pensieri,ma possiamo immaginarli,erano uguali ai nostri...
gruppo
camila
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da Therese il Mer 23 Mar 2011, 15:03

un commento generale sul libro...
Spoiler:
il libro non mi è dispiaciuto, alcuni monologhi li ho trovati belli e toccanti, soprattutto la Vecchiaccia e l'Attesa, ben scritti e coinvolgenti...il fatto è che non tutti sono allo stesso livello...

Sullo scarso spessore dato ai personaggi, io non penso che fosse un'intenzione dell'autore tratteggiare il personaggio in modo piu' approfondito....me lo suggerisce l'estrema brevità del libro....io l'ho percepito come una serie di finestre dalle quali possiamo sbirciare solo per poco tempo...dei brevi momenti in cui possiamo entrare in contatto con queste donne e tentare di capire chi sono e cosa pensano...intramezzati da poesie e canti che riprendono un po' l'argomento dei vari monologhi, ma che francamente non mi hanno trasmesso granchè.....

il fatto è che questo tentativo stilistico/letterario di Benni in questo libro non sempre gli è riuscito...alcuni monologhi non lasciano al lettore il tempo per capire o risultano eccessivi, troppo compressi, con queste donne che diventano caricature...ma quando Benni riesce ad entrare nelle loro vite al momento giusto e/o a farle parlare per un tempo sufficiente, il risultato è buono e si crea una bella empatia con il lettore....
insomma alla fine è un libro piacevole e si legge volentieri, fa sorridere e pensare....ma nel suo complesso ci sono note stonate, non è riuscito fino in fondo...
Therese
Therese
mengonella
mengonella

Messaggi : 12739
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 47
Località : Belleville

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da vallettadelre il Mer 23 Mar 2011, 19:31

@camila ha scritto:@ Alux : grazie della precisazione bacio

Spoiler:
Non avevo capito...mi confermi che forse quel monologo è quello in cui è più facile riconoscere esperienze della propria vita:
certo qualcuno ha aspettato anche noi,e forse non ce ne siamo mai accorti...
...e noi non conosceremo mai il dolore del suo tempo,i suoi pensieri,ma possiamo immaginarli,erano uguali ai nostri...
gruppo
per me è così, riguardo il tuo spoiler. sisi pianto
vallettadelre
vallettadelre
mengonella
mengonella

Messaggi : 6786
Data d'iscrizione : 19.05.10
Età : 44
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society] - Pagina 2 Empty Re: Le Beatrici - Stefano Benni [Dead Readers Society]

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto


 :: ARTI :: Libri

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum